Israele attacca l’Iran nella notte, colpita una base militare

Ph Ansa

Contrattacco da parte di Israele che nella notte appena trascorsa ha colpito una base militare iraniana a Isfahan. Le esplosioni sono state avvertite anche in Siria.

È stata questa la risposta di Netanyahu all’attacco subito quasi una settimana fa con droni e missili. Risposta che è arrivata proprio nel giorno del compleanno della Guida Suprema iraniana Khamenei, nato il 19 aprile 1939.

Così l’Iran ha attivato la propria difesa aerea dopo che sono trapelate le primissime notizie di “forti esplosioni” nell’area di Isfahan; zona che si trova nel centro dell’Iran e che ospita diverse importanti strutture militari, tra cui impianti nucleari, un’importante base aerea e fabbriche legate alla produzione militare iraniana, tra cui droni.

L’Iran ha chiuso immediatamente lo spazio aereo. I media iraniani intanto hanno diffuso immagini dell’attacco solo questa mattina, ma minimizzando i danni.

“Nessun missile ci ha colpiti, solo droni”, ha detto Teheran.

Attualmente comunque da parte dell’Iran non sarebbe prevista una qualche ritorsione, almeno non immediata.

Veniamo a conoscenza che la Casa Bianca era stata messa al corrente del possibile attacco all’Iran da parte di Israele, a cui si sono detti non favorevoli, ma per il momento tutto tace, non trapelano commenti.

Print Friendly, PDF & Email