Scavi di Pompei, emerge un salone nero da banchetto raffigurante la guerra di Troia

Ph Ansa

Gli Scavi di Pompei: un tesoro inestimabile.

Durante le attività di scavo in corso nell’insula 10 della Regio IX di Pompei è stato ritrovato, infatti, un imponente salone da banchetto, dalle maestose pareti nere decorate con soggetti mitologici ispirati alla guerra di Troia.

Ricordiamo che lo scavo archeologico era stato avviato nel 2023 nell’insula 10 della Regio IX, a Pompei, per poter permettere la sistemazione dei fronti e per il miglioramento dell’assetto idrogeologico del pianoro.

Il lavoro di scavo ha portato alla luce finora due abitazioni, collegate tra di loro, le cui facciate erano già state portate alla luce alla fine del ‘800.

Ritornando all’imponente salone da banchetto, dobbiamo dire che si tratta di un ambiente estremamente raffinato; un luogo in cui intrattenersi per celebrare momenti conviviali, tra banchetti e conversazioni.

Qui il tema dominante non solo sembra essere quello dell’eroismo, viste le raffigurazioni di coppie di eroi e divinità della guerra di Troia, ma anche del fato e della possibilità che l’uomo ha di cambiare il proprio destino, anche se ciò non sempre accade.

Oltre a Elena e Paride, indicato in un’iscrizione greca tra le due figure con il suo altro nome “Alexandros”, sulle pareti appare anche Cassandra, figlia di Priamo, raffigurata insieme ad Apollo.

Sicuramente quando all’interno delle case romane nelle pitture di ambienti di soggiorno e conviviali venivano raffigurate figure mitologiche ciò dava l’opportunità di intrattenere gli ospiti e di ravvivare tra loro le conversazioni.

Senza alcun dubbio ci rendiamo conto, attraverso l’ampiezza dello spazio, la presenza di affreschi e mosaici databili al III stile, e ancora la qualità artistica delle pitture e la scelta dei soggetti, che siamo di fronte ad un evidente alto tenore di vita.

Print Friendly, PDF & Email