Inaugurazione Venere degli Stracci, Ciambriello: “Non è un’opera d’arte, ma un’opera seriale. Libertà per Simone Isaia”

“La Venere degli Stracci risorge dalle sue ceneri. Domani sarà inaugurata la nuova installazione dell’opera dell’artista Pistoletto e si spera, questa volta, sia stato utilizzato materiale ignifugo. Tuttavia, il sentimento di giubilo non trova riscontro in molti il cui pensiero è rivolto al giovane Simone Isaia sventurato in carcere, che in quel mese di luglio si è trovato al posto sbagliato al momento sbagliato, probabilmente! Al giovane Simone che, ancora in carcere, spera di gioire a breve per una ritrovata libertà e giustizia. Voglio festeggiare il 4 aprile quando ci sarà l’appello per Simone. Voglio festeggiare la sua libertà”. Così il Garante campano delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale Samuele Ciambriello.

“La sua prigionia – sottolinea – è una sconfitta sociale per tutti noi. E sono convinto che la Venere degli Stracci non è un’opera d’arte che comporta quattro anni di carcere, ma un’opera seriale!”, conclude il Prof. Ciambriello.

 

Print Friendly, PDF & Email