Sanremo 2024, vince Angelina Mango. Secondo Geolier, terza Annalisa

Ph Ansa

Angelina Mango ha vinto la 74ª edizione del Festival di Sanremo con il brano La noia.

Ma ripercorriamo con ordine che cosa è successo ieri sera.

La finale del Festival si è aperta con l’Inno di Mameli eseguito dalla banda musicale  dell’Esercito Italiano. Amadeus ha dato il benvenuto al capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, generale Piero Serino. “Un inizio bellissimo”, ha commentato.

Così il conduttore ha dato inizio all’ultima serata di Sanremo 2024.

Amadeus ha mostrato la classifica completa temporanea. Non sono mancati fischi, urla e disappunto fino al capolista, Geolier. Il presentatore ha ribadito l’importanza di rispettare tutti gli artisti e le canzoni in gara, pur avendo i propri gusti musicali.

Così ha aperto ufficialmente televoto. I primi ad esibirsi sono stati Renga e Nek con il brano Pazzo di te. BigMama con La rabbia non ti basta con il codice 02. Mentre con il codice 03 Gazzelle e la sua Tutto qui. È stato poi il momento di Dargen D’Amico con Onda alta.

Breve pausa dalla gara con l’entrata del quinto co-conduttore di questa edizione, l’amico di una vita, Rosario Fiorello, mattatore per eccellenza. Ha ballato sulle note di Michael Jackson, mixando Vecchio Frac con Billie Jean.

E ancora, Il Volo e il brano Capolavoro. Con il codice 06 Loredana Bertè con Pazza. Ricordiamo che la cantante ha vinto il premio della critica intitolato a Mia Martini basato sulla votazione della Sala stampa dell’Ariston.

Fiorello è rientrato in teatro per vestire ufficialmente il ruolo di co-co della serata. Con il codice 07 ha presentato i Negramaro con Ricominciamo tutto. Ottavo artista in gara, Mahmood, si è esibito con la sua Tuta gold. Hanno ballato tutti.

Momento fuori gara con Tananai che ha cantato Tango sul Suzuki stage.

È ripartita la gara con i Santi Francesi e la loro L’amore in bocca. Grande rivelazione del Festival. Canzone e sound pazzeschi. Ci è piaciuta.

Amadeus ha dedicato poi un momento al Giorno del Ricordo, che cada ogni anno il 10 febbraio, per non dimenticare i massacri delle foibe e l’esodo giuliano dalmata.

Così Ama ha omaggiato il cantautore Sergio Endrigo, nato a Pola e costretto nel 1947, a causa della cessione d’Istria a Jugoslavia, a lasciare la sua città natale con altri 250mila connazionali.

Roberto Bolle con Bolero ha poi incantato il palco del Festival di Sanremo, accompagnato da ben 18 ballerini. Amadeus ha ricordato che il 29 aprile andrà in onda Viva la danza su Rai1.

Con il codice 10 Diodato e la sua canzone Ti muovi. Codice 11, invece, per Fiorella Mannoia con il brano Mariposa. Ha vinto il Premio Sergio Bardotti assegnato dalla Commissione musicale per il miglior testo.

È salita sul palco Alessandra Amoroso e ha cantato Fino a qui. C’è stato il momento di Alfa con Vai. Poi Irama e la sua Tu no. Intimista. Emozionante.

Ospite speciale Gigliola Cinquetti che ha cantato Non ho l’età, brano che ha compiuto 60 anni. Ricordiamo che vinse il Festival nel 1964.

Tedua ha cantato dalla nave Costa Smeralda.

Codice 15 per Ghali con il suo brano Casa mia. L’Alieno, protagonista della sua canzone, ha svelato il suo pensiero: “Stop al genocidio”.

Altro attesissimo ospite della serata, come ha detto Amadeus il ‘Doc’ più amato d’Italia, Luca Argentero, indiscusso protagonista dell’omonima fiction di Rai1.

“Grazie a chi nel momenti del buio la luce la accende. Medici, infermieri, operatori sanitari”, ha detto l’attore.

Così Argentero ha presentato con il codice 16 Annalisa e la sua Sinceramente. L’Ariston ha acclamato con forza la cantante ligure. Bravura e bellezza dirompente. Fenomeno!

Momento dell’esibizione di Angelina Mango e la sua La noia. Brio e talento. Non è mancata la caduta finale, istante in cui lei ha chiesto scusa al pubblico. Ha vinto il Premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale dato dall’Orchestra del Festival.

Visibilmente emozionato, quasi ci verrebbe da dire un tantino spaventato, Geolier è salito sul palco e con grande umiltà ha cantato I p’ me, tu p’ te. Nonostante i fischi della sera prima, il cantante partenopeo è sceso in platea esibendosi e salutando alcuni presenti.

Emma ha cantato il brano Apnea, dedicandolo a suo padre Rosario, scomparso prematuramente. È stato lui a farle amare la musica. Il Tre si è esibito con Fragili. I Ricchi e Poveri hanno cantato e ballato con Ma non tutta la vita. Energia da vendere! I The Kolors con Un ragazzo, una ragazza.

Momento Fiorello che ha continuato ad ironizzare sulla gag del Ballo del qua qua che ha destato polemiche. Lo showman ha adattato il testo del pezzo su Farfallina di Luca Carboni.

Maninni si è esibito con Spettacolare. È stato il momento dei La Sad con Autodistruttivo. È toccato a Mr.Rain con Due altalene. Fred De Palma ha cantato Il cielo non ci vuole. Sangiovanni con Finiscimi. Clara con Diamanti grezzi. Ultima esibizione sia per i Bnkr44 con Governo punk che per Rose Villain con Click boom!.

Così Fiorello ha fatto annunciare alla galleria dell’Ariston lo stop al Televoto. Dopo qualche minuto è arrivata la classifica definitiva dal 6° al 30º posto.

La classifica definitiva dal 6° al 30° posto:

6. Mahmood
7. Loredana Bertè
8. Il Volo
9. Alessandra Amoroso
10. Alfa
11. Gazzelle
12. Il Tre
13. Diodato
14. Emma
15. Fiorella Mannoia
16. The Kolors
17. Mr.Rain
18. Santi Francesi
19. Negramaro
20. Dargen D’Amico
21. Ricchi e Poveri
22. BigMama
23. Rose Villain
24. Clara
25. Renga Nek
26. Maninni
27. La Sad
28. BNKR44
29. Sangiovanni
30. Fred De Palma

È stato riaperto il televoto e a giocarsi la vittoria sono stati: Geolier, Irama, Ghali, Angelina Mango e Annalisa.

Il 60% del televoto ha espresso la sua preferenza per Geolier, ma a vincere il Festival è stata Angelina Mango con il 16.1%. A decidere l’esito della votazione sono state la giuria della Sala Stampa e quella delle Radio, che ha ribaltato tutto. L’8,3% per Ghali, l’8% per Annalisa, il 7,5% per Irama.

Dunque, Angelina Mango ha vinto il Festival di Sanremo con il 40.3% delle preferenze totali, considerando le tre giurie (televoto, Sala Stampa, giuria delle radio). Al secondo posto Geolier con il 25.2%, al terzo Annalisa con il 17.1%, al quarto Ghali con il 10.5%, al quinto Irama con il 6.9%.

Così Amadeus e Fiorello hanno lasciato l’Ariston insieme.

“Vogliamo lasciare il festival di Sanremo romanticamente”, ha detto Ciuri mentre è uscito dall’Ariston mano nella mano con l’amico Amadeus.

“Sono stati cinque anni bellissimi, Sanremo si ama sempre”, ha commentato Amadeus. E poi, sulle note di I sogni son desideri, i due amici sono saliti sulla carrozza di Cenerentola e salutano.

Print Friendly, PDF & Email