Morto Sergio Lepri: ex direttore dell’Ansa

“Con Sergio Lepri scompare un prestigioso direttore, maestro di professionalità e deontologia per generazioni di giornalisti, e un testimone attento e partecipe di lunghe e decisive fasi della storia italiana”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha preso commiato da una delle personalità più significative del mondo del giornalismo italiano.

Sergio Lepri, direttore dell’Ansa dal 1961 al 1990, è scomparso oggi, all’età di 102 anni. A ricordarlo, molte personalità del mondo del giornalismo e della politica. In occasione del centesimo compleanno, Lepri aveva ricordato gli esordi della sua carriera, quando lavorava per il giornale clandestino del partito Liberale “ L’opinione”: a quei tempi, secondo le sue stesse affermazioni, fare un giornale e distribuirlo significava rischiare la vita. Erano gli anni della Resistenza; nel 1944, dopo la liberazione di Firenze (11 agosto), fu eletto segretario cittadino del PLI, da cui uscì per fondare il movimento della Sinistra Liberale. Nel 1945 entrò nella redazione del quotidiano La Nazione del popolo. Nel 1957 fu nominato portavoce di Amintore Fanfani, segretario della Democrazia Cristiana, e successivamente capo del Sevizio Stampa della Presidenza del Consiglio con il Presidente Fanfani. E’ stato docente alla Luiss dal 1988 al 2004: insegnava Linguaggio dell’informazione e tecniche di scrittura nella Scuola superiore di giornalismo della facoltà di Scienze Politiche.

Print Friendly, PDF & Email