Ora legale e finanza

Domenica notte le lancette dell’orologio sono state riportate indietro di un’ora.
Tale passaggio sembra avere delle conseguenze sul nostro organismo quali disturbo del ritmo cardiaco che a sua volta incide sul nostro “orologio” interiore.

Ma quale la correlazione con la finanza e gli investitori?
Secondo Antonios Siganos, esperto di finanza e professore all’Università di Glasgow, il cambiamento di orario, si rifletterebbe sulle capacità cognitive delle persone facendole assumere più rischi.
Ha analizzato 5.500 fusioni aziendali, avvenute fra il 1977 e il 2017 notando che se la fusione viene annunciata nella settimana successiva al passaggio all’ora legale, il rendimento delle azioni aumenta del 2,50% in più rispetto alla media.
Questo aumento di propensione al rischio, di conseguenza, crea oscillazioni anche sui mercati soprattutto azionari, I quali non sembrano immuni anche alle piccole variazioni comportamentali.

Print Friendly, PDF & Email