Vertenza Whirlpool | Donnarumma (Lega): ”Governo preservi livelli occupazionali. No a bomba sociale a Napoli Est”

Napoli, 31 Luglio-  «Esprimo la mia personale vicinanza umana ai circa 300 lavoratori della Whirlpool di Napoli, che dal 31 di ottobre rischiano di trovarsi in mezzo ad una strada. È notizia di oggi che la svizzera PRS, che si era detta pronta ad acquistare lo stabilimento assumendo i lavoratori, si è tirata indietro confermandosi l’ennesimo ‘’pacco’’ di questa storia.

Sulla vertenza Whirlpool– aggiunge la consigliera comunale stabiese- si evidenzia tutta l’incapacità della Regione (e del Governo) di farsi valere con l’azienda sul rispetto dei piani industriali pattuiti, e puntualmente non rispettati dalla multinazionale americana.

Si presenti subito un piano A e un piano B per la Whirlpool di Napoli, con l’obiettivo di preservare AD OGNI COSTO i livelli occupazionali. Non possiamo permetterci– conclude Donnarumma- bombe sociali nell’area est di Napoli, un tempo tra i primi poli industriali del Sud, oggi desertificata.» Lo scrive in una nota Tina Donnarumma, Responsabile Enti Locali Lega per la Provincia di Napoli, intervenendo sugli ultimi sviluppi della vertenza Whirlpool.