M5S, Muscarà: “Biomasse e geotermia, criticità nel piano energetico regionale”

“Il Piano energetico della Campania, appena approvato in Commissione Ambiente, è stato licenziato con due elementi di criticità piuttosto preoccupanti per il destino della nostra terra. Non è pensabile che la valutazione dei possibili effetti negativi dell’uso delle biomasse per fini energetici venga rinviata alla fase di monitoraggio. Piuttosto che prevenire, interveniamo qualora la situazione dovesse compromettersi, col rischio che per allora le conseguenze sull’ambiente e sulla salute di tutti noi siano irreversibili. Allo stesso modo, non condividiamo la scarsa considerazione dei possibili effetti negativi indotti dall’uso delle risorse geotermiche anche entro i 400 metri di profondità, in particolare in zone altamente vulcaniche come quella dei Campi Flegrei, dove la situazione è già molto delicata. Per questa ragione, pur valutando positivi alcuni aspetti del piano, come Movimento 5 Stelle ci siamo astenuti al momento del voto”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà.