“Digital News”, ecco i premi Aidr a giornalisti e comunicatori

Gaspare Borsellino, Claudio Brachino, Augusto Cantelmi, Barbara Carfagna, Nunzia De Girolamo, Alexander Jakhnagiev, Paolo Liguori, Stefano Pacifici, Andrea Pancani, David Parenzo, Sonia Sarno. Sono loro i giornalisti e i comunicatori distintisi per “creatività, innovazione e pragmatismo, nell’ambito dei contenuti digitali“, ai quali sono stati assegnati i premi “Digital News”, su iniziativa dell’Aidr – Associazione italian digital revolution – e della Link Campus University, con il patrocinio istituzionale della Commissione europea, dell’Agenzia per l’Italia Digitale, del FormezPA e della Regione Lazio. La cerimonia di consegna è avvenuta ieri, presso la sede dell’ateneo, all’interno di una serata di gala che ha avuto come madrina Maria Antonietta Spadorcia, giornalista Rai e volto noto del Tg2. In sala, personalità provenienti dal mondo della politica, dell’economia, della società, dei media e della pubblica amministrazione. La targa del premio è stata realizzata dagli studenti del Liceo Artistico “Silvio Lopiano” di Cetraro (Cosenza), guidati dal dirigente Graziano Di Pasqua.

Il convegno. La cerimonia è stata preceduta dal convegno “Industria turistica: Interazioni digitali e cyber security”. Un appuntamento in cui si è avviato il dibattito e si sono analizzati gli aspetti delicati di gestione dell’identità e nuovi pagamenti e la minaccia crescente del cybercrime sulla gestione dei dati sensibili che, nel corso dei viaggi, disseminiamo tra alberghi, ristoranti e shopping. “La trasformazione digitale sta rivoluzionando l’industria turistica e le nuove forme di pagamento hanno introdotto modalità di interazione con il turista che implicano rischi associati alla sicurezza informatica – ha dichiarato Edoardo Colombo, responsabile osservatorio turismo digitale di Aidr -. Per rimanere competitivi è urgente che il turismo diventi una priorità dell’agenda digitale, al fine di sostenere gli operatori di fronte all’urgenza di aggiornamento“.

Aidr. “Per noi, come sa bene chi ci segue, la questione della cultura digitale è centrale – ha affermato Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale e presidente Aidr -. Da ormai quattro anni ci battiamo in lungo e largo per provare a fare in modo che il centro del contendere quando si parla di innovazione digitale siano la cultura e la formazione. Questa iniziativa segna un altro passo importante perché abbiamo voluto, con il convegno sull’industria turistica, trattare gli aspetti delicati di gestione dell’identità digitale, i nuovi pagamenti e la minaccia crescente del Cybercrime sulla gestione dei dati sensibili che nel corso dei viaggi disseminiamo tra alberghi, ristoranti e shopping. Ugualmente, con il Premio Digital News vogliamo collaborare con i giornalisti, che si distinguono per creatività, innovazione e pragmaticità, affinché la comunicazione possa orientare i cittadini in modo consapevole dentro alla rivoluzione digitale”.

Link Campus University. “Sono particolarmente soddisfatto della collaborazione con Aidr perché sta dimostrando che è possibile lavorare sulla diffusione della cultura digitale in un Paese che fatica a mettere al centro delle proprie strategie l’innovazione e la ricerca – ha affermato Vincenzo Scotti, presidente della Link Campus University -. La nostra Università, anche attraverso il Centro di ricerca DITES, è molto impegnata su questo tema per raggiungere risultati concreti in un mondo in continua trasformazione“.

La serata si è conclusa con il sorteggio di 2 orologi Locman – offerti dall’Associazione Ambiente e Società e dalla stessa Locman – nell’ambito di una raccolta fondi avviata da Aidr a favore di un centro anti cyber-bullismo.