Salerno | Il sindaco Napoli chiude a nuovi assessori: “Al momento non sono previste altre nomine”

    Tonia Willburger firma la nomina alla presenza del sindaco, dei consiglieri del Psi e del segretario provinciale Del Duca

    SALERNO. La nomina di Tonia Willburger ad assessore alla Cultura del Comune di Salerno, non apre ad altri tipi di rimpasto. Lo ha detto chiaramente il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, spegnendo sul nascere le speranze dei gruppi “Davvero Verdi” e  “Moderati per Salerno” che da tempo chiedono di essere rappresentanti in Giunta.

    “Al momento – ha detto il primo cittadino a margine di una conferenza stampa – non sono previste altre nomine,  però noi siamo sempre aperti e collaborativi. Le cause buone e ragionevoli che ci vengono poste non ci trovano insensibili. Se ci sono delle problematiche noi le valuteremo con grande serenità nell’interesse generale”. Quindi, le richieste dei consiglieri che da qualche tempo si sono messi sull’Aventino non verranno esaudite. “Non si tratta di accontentare nessuno – ha chiuso il sindaco –  siamo tutti felici e contenti”.

    Per quanto riguarda la recente nomina della Willburger, così Napoli ha voluto spiegare la sua decisione. “Come si sa – ha detto –  detenevo io la delega alla Cultura; mi sono reso conto che era diventato faticoso perché la vita di un sindaco è particolarmente complicata e bisognava rispondere in attivismo e capacità di presenza per quanto riguarda la cultura. Io ho sempre sostenuto che Salerno ha generato un grande hardware, se dovessimo fare una metafora tecnologica. La città si è rinnovata, una grande riqualificazione urbana, ora c’è bisogno del software, ovvero della cultura. C’era bisogno di una presenza dedicata e continua su questo aspetto. Ci siamo guardati intorno e abbiamo immaginato, anche su indicazione del partito socialista, questa figura che credo sia assolutamente adeguata al compito che dovrà svolgere. Credo che sarà una presenza utile per la città”.