Cultura | Libri e digitale, si rafforza la collaborazione tra Aidr e LuccAutori

Aidr donerà tablet al più giovane vincitore del premio Racconti nella Rete

ROMA – Il digitale al servizio della letteratura, il web come supporto al libro tradizionale di carta. È un connubio possibile, di certo stimolante, quello che lega due mondi in teoria distanti anni luce tra loro. Lo testimonia il rapporto di collaborazione molto stretto che unisce già l’Aidr (Associazione italian digital revolution) al festival LuccAutori, rassegna letteraria organizzata dall’omonima associazione diretta da Demetrio Brandi, che si svolgerà nella città delle mura dal 20 settembre al 6 ottobre prossimi. Un’intesa che si manifesterà con la donazione di un tablet, da parte di Aidr – che verrà consegnato nel corso del festival – al più giovane vincitore della diciottesima edizione del premio letterario Racconti nella Rete.

Grazie alle nuove tecnologie – afferma Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale e presidente dell’Aidr – la cultura è cambiata. Con l’avvento dell’informatica e di Internet, come dimostra ormai da tempo il premio ‘Racconti nella Rete’, ci sono più spazi e soprattutto esigenze diverse.  E quindi, con questo piccolo gesto, il nostro auspicio è di contribuire a favorire la digitalizzazione della società e a coltivare un’idea di cultura più evoluta che possa coinvolgere tutti“.