Sanità in Campania, Muscarà: “Risposte con tabelle troppo vaghe. Non si riesce a sapere nel dettaglio la differenza tra prestazioni in SSN ed Alpi 2022-2023”

“Terminato da poco il Question Time presentato per la terza volta in Consiglio, ho ricevuto come al solito risposte poco chiare da una Giunta sempre meno trasparente riguardo l’enorme differenza tra il Servizio Sanitario Nazionale e quello in Alpi, nello specifico tra i dati del 2022 (più chiari) e quelli del 2023 (‘raffazzonati’).
Non capisco come mai – ha dichiarato la consigliera indipendente Marì Muscarà – nel 2022 erano usciti dati in tabella nel dettaglio, struttura per struttura, e nel 2023 sembra un grande calderone dove si parla di media e non di dati specifici. Ad esempio, nel 2022 mi era stato segnalato che al Cardarelli erano stati svolte 1255 visite ortopediche in intramoenia, mentre nel pubblico appena 112 (1 ogni 3 giorni), all’Ao dei Colli “111 ecografie dell’apparato urinario in intramoenia e 0 nel pubblico”, oggi invece la tabella del 2023 mi definisce la totalità dei servizi erogati in Regione Campania e non nelle singole strutture, e questo ‘falsa’ i dati. Non voglio ripetermi rispetto alla volta scorsa, ma non capisco come mai si fa fatica a mandare dati chiari. Anche l’assessore mi ha detto personalmente che c’è una differenza tra le due tabelle, e che è giusto avere dati nel dettaglio. Presenterò al prossimo Question Time, l’ennesima interrogazione dove spero che questa volta mi sarà data per il 2023 la tipologia di dati come nel 2022. Si saranno accorti che la differenza tra SSN ed Alpi era molto a favore dell’Alpi?” – conclude Muscarà.

Print Friendly, PDF & Email