Ditale d’Oro: in S. Maria La Nova l’edizione 2024 del prestigioso concorso targato Confraternita dei Sartori 1351

Torna il “Ditale d’Oro” edizione 2024, il prestigioso concorso per giovani sarti indetto dalla Confraternita dei Sartori 1351 e rivolto alle giovani leve dalla sartoria italiana, vanto del made in Italy

Il Concorso vede la presenza di giovani artigiani, provenienti da tutta Italia, che si confronteranno con alcuni dei maestri sartori che rappresentano l’eccellenza del comparto della sartoria tricolore. In tale occasione viene conferito il Premio Ditale d’Oro arrivato alla seconda edizione, che rappresenta il massimo riconoscimento che l’Associazione Confraternita dei Sartori 1351 attribuisce ai giovani Artigiani dai 18 ai 35 anni, che abbiano saputo mettere meglio in risalto lo stile, la capacità tecnica, l’estro creativo e il rigore formale della sartoria su misura, sia maschile che femminile. L’evento, che si svolgerà l’11 e 12 Aprile prossimi nel Complesso Monumentale di S. Maria La Nova a Napoli, vedrà una prima giornata dedicata al concorso vero e proprio, mentre la seconda giornata prevede la sfilata dei capi sartoriali prodotti e la premiazione dei vincitori. Il 12 Aprile è previsto anche un incontro sulla Sartoria come eccellenza del Made in Italy da promuovere e tramandare ai giovani sarti/sarte. Al dibattito interverranno: Giuseppe Reale, Direttore Complesso Monumentale di S. Maria La Nova; Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli; Teresa Armato, Assessore al Turismo e alle Attività Produttive Comune di Napoli; Tiziana Aiello, Presidente della Confraternita dei Sartori 1351; Gianni Lepre, Economista e Consigliere del Ministro della Cultura; Raffaele Antonelli, maestro sartore e Vice Presidente Confraternita dei Sartori. “Siamo giunti alla seconda edizione di un premio che si conferma importante per i giovani sarti – commenta Tiziana Aiello, presidente della Confraternita dei Sartori 1351 – uno step fondamentale verso quell’attività che il mondo intero ci invidia”. “Il nostro know how è imprescindibile nella sartoria artigianale – sottolinea il maestro Raffaele Antonelli – soprattutto in un panorama nel quale in troppi millantano storicità, tipicità e creatività utilizzando il marchio Napoli”. “I giovani sono il nostro futuro, e soprattutto sono il futuro del brand sartoriale – sottolinea il prof. Gianni Lepre, economista e consigliere del Ministro Sangiuliano con delega al made in Italy – questo premio è un tassello importante nella vita professionale di questi giovani artisti che iniziano così un percorso magico verso l’eccellenza che oggi esprime la filiera della moda. Per questo, insieme a ministero e istituzioni locali, stiamo cercando di individuare strategie che garantiscano alle nuove imprese artigiane di emergere a livello nazionale e internazionale”. Sul prestigioso premio è intervenuto anche Giuseppe Reale: “Il Complesso Monumentale di S. Maria La Nova ha voluto esprimere un concreto sostegno a questa meritevole iniziativa, che coniuga insieme la cura della formazione professionale con la valorizzazione del talento del mondo giovanile. La presenza di tanti giovani in un luogo monumentale per la sua storia religiosa, culturale ed artistica sarà un invito per tutti a ritenere che il senso della bellezza è condizione profondamente interiore ed autenticamente umana.”

Print Friendly, PDF & Email