Teatri di Caserta diventano monumenti nazionali, Piccerillo (Lega): «Una giornata storica per la nostra Provincia»

Nella giornata di oggi, a seguito di una serie di emendamenti a firma dei Deputati di centrodestra Gianpiero Zinzi, Gimmi Cangiano e Marco Cerreto nella PdL della Camera sulla Dichiarazione dei principali Teatri italiani come Monumenti Nazionali, gli storici contenitori culturali della Provincia di Caserta hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento.
«È un grande risultato, frutto dell’efficace lavoro di squadra dei nostri Deputati che continuano a portare vantaggi per il nostro territorio» – ha commentato il Consigliere regionale della Lega Antonella Piccerillo – «L’attenzione per la cultura sottolinea ancora una volta l’importanza del presidio artistico come motore di sviluppo del nostro territorio. Sono orgogliosa di questo passo così significativo che mira a preservare valori e identità e grazie alla Lega stiamo costruendo un futuro all’altezza del nostro passato. È una vittoria per il territorio che regala alla provincia di Caserta una quota di prestigio che merita».
Tra i Teatri italiani meritevoli da oggi possiamo trovare: il Teatro di “Corte” della Reggia di Caserta; il Teatro “Cimarosa” di Aversa; il Teatro Comunale “Costantino Parravano” di Caserta; il Teatro “Garibaldi” di Santa Maria Capua Vetere e, infine, il Teatro “Ricciardi” di Capua.
Print Friendly, PDF & Email