Russia, attentato in un concerto a Mosca: 40 morti accertati, centinaia di feriti

È in corso un attentato in Russia, all’interno del Crocus City Hall, una delle più grandi sale da concerti poco fuori Mosca, mentre era in corso un concerto dei Picnic, un gruppo rock russo. Le notizie sono ancora incerte e una prima ricostruzione è stata proposta dai media russi: da quanto si apprendere dall’agenzia di stampa Ria Novosti, gli aggressori in mimetica sarebbero quattro e attualmente in fuga e inseguiti dalla polizia. I quattro, secondo l’agenzia Tass armati di mitragliatrici, avrebbero prima provocato una sparatoria all’interno del palazzetto e poi avrebbero gettato una granata, che ha causato un vasto incendio. Le vittime si aggirano intorno alle 40 unità, i feriti superano il centinaio e molte persone sarebbero ancora bloccate all’interno dell’edificio a causa dell’incendio e pian piano sarebbe in corso l’evacuazione attraverso il seminterrato dove i superstiti si sono rifugiati. Potrebbero esserci anche degli ostaggi. Illesi i musicisti. Preoccupa comunque il numero effettivo di vittime, feriti e di persone ancora in trappola: è incerto il dato su quanti siano riusciti già a scappare, ma in generale il palazzetto riuscirebbe a ospitare anche 6 mila persone. “La gente – racconta l’agenzia Ria Novosti – si è buttata a terra per sfuggire alla sparatoria, sono rimasti fermi per 15-20 minuti, poi hanno cominciato a strisciare verso l’uscita. Molti sono riusciti a uscire Alcuni video dell’accaduto già circolano su Telegram e secondo il sito Meduza il tetto dell’edificio starebbe per crollare a causa dell’incendio.

Il sindaco di Mosca ha Sergej Semënovič Sobjanin ha parlato di una “grande tragedia” e solo pochi giorni fa USA e Gran Bretagna avevano fortemente raccomandato i propri concittadini in Russia di evitare concerti per il forte rischio di attentati. La portavoce del ministero russo degli Esteri, Maria Zakharova, ha chiesto che tutta la comunità internazionale prenda le distanze dall’accaduto. Dagli USA parlano di “immagini orribili”: “La nostra ambasciata – ha detto il coordinatore per le comunicazioni strategiche al Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby – ha pubblicato un avviso rivolto ai nostri concittadini a Mosca, a cui ha chiesto di evitare luoghi pubblici affollati per sicurezza”. E su un possibile coinvolgimento dell’Ucraina, ancora Kirby ha spiegato che “al momento non c’è nessuna indicazione che l’Ucraina o ucraini siano coinvolti nella sparatoria”. Secondo il ministro degli Esteri Antonio Tajani, non ci sarebbero italiani coinvolti.

Print Friendly, PDF & Email