Morti sul lavoro, Assotutele&diritti: “Rivedere la normativa in tema di sicurezza”

“Mai più morti sul lavoro. Il continuo aumento del numero dei morti sul luogo di lavoro  – già 60, circa, nel solo mese di febbraio 2024 – impone l’assoluta necessità di rivedere l’attuale normativa in merito alla sicurezza sul lavoro e alla malsana possibilità di consentire subappalti a cascata delle opere aggiudicate che finiscono – inevitabilmente – per incidere sulla qualità dei materiali adoperati e sulle effettive competenze degli operai reclutati”.

È il grido di allarme lanciato dall’associazione Assotutele&diritti, nel corso di un forum tenutosi con gli iscritti nei giorni scorsi nella sede di Portici.

“È dunque necessario ed urgente – è emerso nel corso del forum – mettere mano ad una seria riforma/integrazione della normativa vigente atta ad eradicare  oramai consolidati ‘modus operanti’ che incidono – direttamente o indirettamente – sulla sicurezza dei lavoratori”.

“Sminuire la portata della problematica – ha dichiarato in conclusione la presidente dell’Associazione Immacolata Biondi – o rinviare una più radicale soluzione della stessa equivale ad essere complici”.

Print Friendly, PDF & Email