Marano di Napoli, proclamato il nuovo sindaco

Marano. Ieri pomeriggio, nella sala del teatro Vittorio Alfieri, si è tenuta la cerimonia di proclamazione del nuovo sindaco della città di Marano, eletto con il 54,57% dei voti validi e con 7541 preferenze al turno di ballottaggio.

Dopo il discorso di rito del presidente dell’Ufficio Centrale elettorale giudice Giuseppe Cioffi, in servizio presso il Tribunale di Napoli Nord, è stato ufficialmente proclamato il nome del nuovo sindaco di Marano di Napoli, Matteo Morra.

Un lungo applauso ha accolto l’entrata in scena del neo-eletto primo cittadino che si è presentato con semplicità e con un abito gessato grigio.

Il suo volto illuminato, grazie anche alla fascia tricolore indossata al momento della proclamazione, ha trasmesso una sensazione di vicinanza, creando un immediato legame con i nuovi consiglieri comunali ed cittadini presenti.

Nel suo discorso, il sindaco ha espresso la sua profonda gratitudine a tutta la platea per la fiducia riposta in lui dalla comunità di Marano di Napoli.

Ha riconosciuto il peso delle aspettative che gravano sulle sue spalle e si è impegnato a lavorare per onorare quella fiducia conferitagli dagli elettori.

Il sindaco ha delineato una visione per il futuro di Marano, ponendo l’accento su temi fondamentali come il miglioramento dell’igiene urbana, cosi come la manutenzione stradale, della rete idrica e delle caditoie.

Il primo cittadino ha detto che si occuperà del recupero dei beni confiscati e dell’evasione da parte di alcuni cittadini che ancora oggi non pagano i tributi e che ineluttabilmente creano ammanchi nelle casse comunali dando vita così al dissesto finanziario.

Ha promesso di lavorare a stretto contatto con i consiglieri e con la comunità, ascoltando le esigenze dei cittadini e coinvolgendoli attivamente nella costruzione di un futuro migliore per tutti. “In realtà siamo già operativi, stiamo cercando di capire lo stato di alcuni servizi e in che modo poter intervenire. Alcuni servizi del Comune non sono presidiate adeguatamente per  mancanza di personale e di dirigenti. Quindi  avremo necessariamente bisogno di persone che oltre a svolgere il ruolo di assessore abbiano anche le capacità di intervenire nel processo amministrativo” – ha dichiarato Matteo Morra.

Il neo cittadino ha lasciato intendere che la sua squadra di governo sarà preliminarmente di natura tecnica.

La sua emozione palpabile ha trasmesso l’idea di una persona autentica, animata da una passione per il bene comune.

Ha sottolineato il valore dell’unità e della collaborazione, evidenziando come solo insieme sia possibile affrontare le sfide che si presenteranno lungo il cammino. E mentre il sindaco annunciava possibili soluzioni, la sala si riempiva di un’atmosfera carica di aspettative e di speranze. Riusciranno i nuovi consiglieri ed i futuri assessori a valorizzare la città partendo dallo sviluppo sostenibile, istruzione, patrimonio culturale e la promozione del benessere sociale?

Print Friendly, PDF & Email