Usa: decine di diplomatici russi dovranno lasciare il territorio entro la fine dell’anno

La guerra russo-ucraina si fa sempre più intensa, tra sanzioni, divieti e blocchi. Il Presidente Putin rimane fermo sulla sua linea. Gli Stati Uniti hanno attuato un isolamento diplomatico per rompere le relazioni. Entro la fine dell’anno, decine di diplomatici russi dovranno lasciare il territorio. Anatoly Antonov, ambasciatore russo nello Stato d’oltreoceano ha dichiarato al quotidiano Rossiyskaya Gazeta, riportato dall’agenzia Interfax che le “Restrizioni rigorose della durata dei visti di lavoro negli Stati Uniti sono state introdotte esclusivamente in relazione ai diplomatici russi. Il massimo è di tre anni, mentre altre ambasciate possono trattenere i propri dipendenti fino a cinque anni. Ecco perché decine di miei colleghi saranno costretti a lasciare gli Stati Uniti entro la fine del 2022 come indicato dal Dipartimento di Stato”. In aggiunta, il diplomatico sottolinea che l’ambasciata sta lavorando in “circostanze difficili”. Ormai le circostanze sono difficili e ha detto “Il clima delle relazioni è stato avvelenato al massimo. Stanno facendo di tutto per dimostrarci che siamo dei paria” – e ha continuato – “I contatti di persona sono stati ridotti al minimo” e “i funzionari americani sono pronti a incontrarci solo in relazione alle questioni che sono vantaggiose per Washington”.

Print Friendly, PDF & Email