Cultura, accordo archivi comunali. Manfredi: “Risposta a problema storico, aumenta offerta per i turisti”

Napoli, 6 Maggio – “È stata sottoscritta – tra Comune di Napoli, Archivio di Stato e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania – la convenzione per il deposito della documentazione archivistica del Comune presso la sede sussidiaria dell’Archivio di Stato in via Egiziaca a Pizzofalcone, 44″, dichiara in una nota il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

Si procede, con questa operazione, alla messa in sicurezza – prosegue Manfredidi un patrimonio considerevole di documenti di interesse storico del Comune, detenuti da anni in condizioni di degrado presso l’Archivio Storico di San Lorenzo Maggiore e la Torre di Guardia in Castel Nuovo. Con la firma della convenzione si dà il via alla riqualificazione e rifunzionalizzazione degli immobili e al trasferimento temporaneo dei documenti recuperati presso una struttura adeguata che ne consentirà anche la fruizione.
L’accordo – a titolo oneroso per il Comune – avrà una durata di tre anni durante i quali la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica garantirà anche le attività di ordinamento e di parziale digitalizzazione della documentazione storica del Comune, in particolare delle serie archivistiche delle Delibere di Consiglio e Giunta Comunale.
Con questo accordo il Comune fornisce dopo svariati anni una risposta ad un problema storico”
.

Siamo riusciti a produrre uno sforzo straordinario con uno stanziamento complessivo di oltre 200mila euro per consentire la valorizzazione e la fruibilità dei nostri archivi che rappresentano un patrimonio storico ed amministrativo di Napoli. Una delle priorità dell’Amministrazione è infatti custodire e promuovere la memoria della città con due finalità: accrescere le potenzialità educative per i giovani ed incrementare la nostra offerta culturale e turistica. Gli Archivi saranno così un’ulteriore fonte di grande interesse per napoletani e visitatori“, conclude.

Print Friendly, PDF & Email