Napoli, al via l’installazione dei semafori intelligenti per gestire il traffico della città

Da un paio d’anni la città di Napoli sta sperimentando i  semafori intelligenti, la cui tecnologia avanzata contribuirà a gestire più velocemente il caos generato dal traffico, da sempre causa di grossi disagi per gli abitanti della città.

I primi semafori sono stati già installati nelle zone del centro storico, più precisamente tra Salvator Rosa, via Costantinopoli, via Foria e il Museo Archeologico Nazionale e la sperimentazione è stata programmata nei prossimi giorni anche a Fuorigrotta e ad Agnano.

Per la loro avanzata funzionalità tecnologica, questi semafori sono detti anti-traffico evitano che si crei il caos contando le auto in circolazione nei pressi della loro visuale e prevedere dove potrebbe maggiormente crearsi traffico. Così il computer decide se far scattare o meno il verde  in modo da decongestionare l’area, regolando in maniera indipendente i tempi di durata del rosso e del verde.

In questo modo il progetto, finanziato con fondi dell’anno 2016 dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, può  ottimizzare la regolazione del traffico attraverso una rete di semafori con impianti interconnessi che minimizzerà il tempo di viaggio dei guidatori.

I nuovi semafori saranno anche più ecologici poiché prevedono l’utilizzo di luci a led, molto più sostenibili per l’ambiente. Le lampadine usate in precedenza erano infatti ad incandescenza e i led, a parità di luminosità, consumano molto meno di queste ultime con un conseguente minor impatto ambientale.

Il progetto, nato con la giunta precedente, dovrebbe concludersi quest’anno grazie ad un finanziamento di 5 milioni di euro per quasi 300  semafori.

Print Friendly, PDF & Email