Papa Francesco chiede aiuto ai cattolici per combattere la guerra delle fake news sui vaccini

Stamattina, Papa Francesco si è schierato contro la circolazione delle fake news sui vaccini e sulla salute che circolano sul web. Il discorso pronunciato dal Papa al Consorzio Internazionale di Media Cattolici “Catholic fact-checking” sembra essere molto chiaro: combattere la diffusione delle notizie false riguardanti i vaccini.

«Fare rete, mettere in comune capacità, conoscenze, contributi, per poter informare in maniera adeguata, rappresenta già di per sé una prima testimonianza. In un tempo ferito dalla pandemia e da tante divisioni, il fatto di stare in rete come comunicatori cristiani è già un messaggio» ha dichiarato il Papa. A causa della pandemia la diffusione delle fake news non ha fatto altro che aumentare: «Una deformazione della realtà basata sulla paura, che nella società globale fa rimbombare echi e commenti su notizie falsificate se non inventate».

L’unica via d’uscita dalla disinformazione è rappresentata dai progressi scientifici: «Essere correttamente informati, essere aiutati a capire sulla base dei dati scientifici e non delle fake news, è un diritto umano. La corretta informazione va garantita soprattutto a coloro che sono meno provvisti di mezzi, ai più deboli, a coloro che sono più vulnerabili» sottolinea il pontefice.

L’elemento più preoccupante è costituito dalla «manipolazione delle coscienze dei più deboli» le quali tendono a cedere più facilmente all’inganno. «La realtà è sempre più complessa di quanto crediamo e dobbiamo rispettare i dubbi, le angosce, le domande delle persone, cercando di accompagnarle senza mai trattarle con sufficienza. Il dialogo con i dubbiosi». 

Il Papa si rivolge infine ai comunicatori, chiedendogli di non alimentare inutili diatribe. «La pandemia ci invita ad aprire gli occhi su ciò che è essenziale, su ciò che davvero vale, sulla necessità di salvarci insieme. Cerchiamo dunque di essere insieme per e mai contro. Insieme per».

Print Friendly, PDF & Email