Cattedra Unesco, i primi due anni. Colao: “Al via da Napoli progetti per il futuro dei giovani e per la prevenzione”

Durante un evento organizzato presso il centro congressi dell’Università Federico II, la professoressa Annamaria Colao ha illustrato i progetti e le iniziative messe in campo nei due anni di lavoro della Cattedra UNESCO Federico II “Educazione alla salute e allo sviluppo sostenibile”.

“In questi due anni”, anni non proprio facili, caratterizzati a livello globale dall’emergenza da Covid-19, “abbiamo messo in campo tante iniziative con l’aiuto di tanti amici che si sono aggiunti al gruppo fondatore del progetto della cattedra Unesco e già ci troviamo pronti a nuovi obiettivi che vorremmo fossero portati avanti a partire dal gruppo di Napoli per il resto del mondo.” Ha raccontato Annamaria Colao, chairholder della cattedra Unesco (PO di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Università Federico II di Napoli).

Tra le numerosissime iniziative messe in campo, spiccano i nuovi progetti contro l’obesità, una piaga della società odierna che si sta pericolosamente diffondendo sempre di più. Vanno sottolineati, poi, i progetti futuri che riguarderanno nello specifico gli adolescenti dalla loro salute, all’alimentazione all’educazione sessuale, allo sport.

Pasquale Antonio Riccio – Ph. Istituzioni24

“Tra i progetti che abbiamo già messo in campo”, ha dichiarato in merito Colao, “ce n’è uno contro l’obesità che sta diventando una pandemia di tipo globale. “Il secondo -continua- riguarda la protezione della salute femminile e ci stiamo muovendo per realizzare alcuni progetti che andranno dall’educazione alla salute degli adolescenti e altri che si inseriranno nel filone della cultura nel mondo del cibo, vero e proprio fil rouge tra società e scienza. Intendiamo coniugare la tutela del nostro ambiente, la nostra tradizione, la nostra salute ma anche la nostra economia. La grande squadra della cattedra Unesco è già pronta a queste nuove sfide grazie al lavoro, all’intelletto e all’energia dei tantissimi amici e colleghi, non solo medici ma di tutte le branche dello scibile umano”.Sono, infatti,  numerosi gli esponenti delle istituzioni, della comunità scientifica e del Terzo settore che hanno già aderito all’appello di Colao. Tra tutti è stato fondamentale l’operato di Pasquale Antonio Ricco, presidente del Campus Salute Onlus, il quale nel corso del suo intervento ha  annunciato l’adesione all’Onu del Campus Salute, sottolineando: “Il Campus Salute per l’Agenda 2030 guarda non solo al goal 3 relativo alla salute, ma anche alla people’s action. “People’s action” significa chiamare i cittadini a partecipare attivamente al cambio di paradigma in favore dello sviluppo sostenibile. Una partecipazione che deve avvenire soprattutto tra i giovani: è proprio grazie alla loro forza che il Campus Salute e le realtà virtuose del Terzo settore riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati”, ha sottolineato Riccio.

Altra importante collaborazione è quella con il centro Sinapsi della Federico II, collaborazione che ha generato un’importantissima iniziativa che riguarderà anche gli orfani che intendono studiare e, su proposta del vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, la Cattedra Unesco contribuirà a una grande operazione di rilancio dei borghi come luoghi del benessere.

Sono state numerose le testimonianze di chi ha contribuito e di chi nel prossimo futuro è già al lavoro per attuare una progettualità resa ancor più concreta dalla rete costruita dalla Cattedra Unesco presieduta dalla professoressa Colao.
Tra questi il primo contributo, in formato video, è stato fornito dal ministro del Sud Mara Carfagna, la quale ha espresso la propria stima nei confronti di Colao e del suo operato alla guida della Cattedra. A dare il proprio contributo da remoto anche il rettore della Federico II, Matteo Lorito, che con l’ateneo ha supportato attivamente le iniziative della Cattedra.
Tommaso Mandato – Ph. Istituzioni 24

Al convegno presso il centro congressi della Federico II sono intervenuti, infine, anche Anna Iervolino (DG AOU Federico II), Giovanni Lombardi – Presidente della Tecno Srl. Presenti, inoltre, Tommaso Mandato e Valentina de Giovanni – Sportform e AMI, Gianmaria Frezzano – SIOI, Francesca Marino – “My social recipe”, Giovanni Lombardi

Prof. Rosario Pivonello – Ph. Istituzioni24

Nefrocenter, Enrico Maria Borrelli – Amesci, Ivan Gentile – Università Federico II di Napoli, Rosario Pivonello – Università Federico II di Napoli, Giovanna Muscogiuri– Università Federico II di Napoli. La giornata è stata moderata dalla giornalista Rai Chiara Del Gaudio.

Print Friendly, PDF & Email