Recovery Plan, Lepre: “Un’ottima occasione per far ripartire la locomotiva Mezzogiorno”

Assodato che al centro del Recovery Plan Italia, targato Mario Draghi, ci siano donne, Sud e giovani; e dato per scontato l’arrivo delle prime tranche degli oltre 220 mld di euro destinati al nostro Paese dal Recovery Fund, non ci resta che fare il punto sul dato e sulla portata storica di questo accreditamento di risorse. Se ne è oramai parlato in tutte le salse, con l’unico handicap di non mai parlare mai abbastanza di quanto il Piano Italia, confezionato dal governo Draghi, possa non solo ricucire il gap nord-sud, ma addirittura permettere al Mezzogiorno di tornare ad essere locomotiva del Sistema Italia. 

“Ovviamente in questo manca una reale convenienza politica – esordisce il prof. Gianni Lepre, opinionista economico del Tg2 Rai e dell’Agenzia di Stampa nazionale Italpress – e per questo mi auguro che le ottime intenzioni del premier Draghi siano mantenute integre senza sorprese dell’ultimo minuto”.

Il noto economista che tra le altre cose è anche Segretario generale di OroItaly, ha poi continuato: “Ho personalmente creduto e perorato questo progetto di Sud derivante dall’accreditamento dei fondi del Recovery, progetto che poi si è materializzato nel piano italiano al centro del quale insistono parametri fondamentali per la sopravvivenza economica e per il rilancio di intere generazioni oltre che di mere filiere. Il Sistema Italia, il Made in Italy non è fatto di codici ateco, ma di persone che lavorano a tanti piccoli o grandi progetti. Sono proprio queste persone al centro dei miei pensieri, e a quanto pare, sono anche al centro delle riflessioni del premier Draghi”.

Il prof. Lepre ha poi concluso: “Un Recovery Plan concepito in questo modo rappresenta un’ottima occasione  per far ripartire la locomotiva Mezzogiorno che insieme a quella settentrionale sapranno riportare l’Italia al centro di una Europa che non può esistere a prescindere”.

Print Friendly, PDF & Email