OMC: arriva la prima donna a guida dell’Organizzazione mondiale del commercio, Ngozi Okonjo-Iweala

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, apre la strada all’ex ministra delle finanze nigeriana Ngozi Okonjo-Iweala, nominata a guidare la leadership del World Trade Organization (WTO). Si tratta di un’economista di 66 anni, madre di quattro figli. Tra il 1976 e il 1981 ha conseguito una laurea ad Harvard e un dottorato al Mit di Boston, in Massachusetts. La rivista Forbes, per quattro anni consecutivi, l’ha inserita tra le cento personalità più influenti al mondo e il Times tra i cento volti più influenti sul pianeti. Si tratta della prima donna e prima africana ad assumere il ruolo di direttrice generale dell’organizzazione internazionale. Il suo background economico, l’ha portata ad avere una lunga carriera presso la Banca Mondiale, e per due mandati è stata anche ministro delle Finanze della Nigeria.

La donna si è presentata alla stampa via Zoom, a causa della situazione pandemica in corso, che non le ha permesso di poter festeggiare fisicamente. Dopo la sua nomina ha dichiarato ” Un Wto forte è essenziale se vogliamo riprenderci completamente e rapidamente dalla devastazione causata dalla pandemia del Covid-19. Insieme possiamo rendere il Wto più forte, più agile e più adatto alle realtà di oggi “. Nella sua agenda programmatica non vi è solo commercio e soliti affari, ma anche provare ad ” agevolare la diffusione dei vaccini, contrastando le restrizioni alle esportazioni e incoraggiandone la realizzazione in più Stati come sta facendo AstraZeneca in India e in altri Paesi in via di sviluppo, con il sistema del licensing”.

Arrivano le reazioni internazionali. In un tweet la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha scritto ” Congratulazioni a Ngozi Okonjo-Iweala. E’ un momento storico per il mondo intero. Sono così felice di vedere una donna dall’Africa a capo del Wto”. E ha aggiunto “L’Europa è pienamente con lei. Sosteniamo la riforma del Wto e l’aiuteremo a proteggere il sistema commerciale multilaterale basato su regole”.

“Congratulazione alla mia amica Ngozi Okonjo-Iweala, diventata la prima direttrice generale donna del Wto. Conosco Ngozi da molti anni, la sua forte volontà e determinazione la porteranno a promuovere strenuamente il libero commercio per il bene della popolazione mondiale”, ha scritto la presidente della BCE, Christine Lagarde. 

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha twittato che la nuova direttrice generale del WTO porta “una vasta esperienza e competenza in un momento in cui l’Organizzazione necessita di riforme. Conti sul pieno sostegno dell’Ue”.

Print Friendly, PDF & Email