Elezioni USA 2020: Trump e Biden prevedono entrambi la vittoria man mano che il conteggio va avanti

Testa a testa per la corsa alle presidenziali americane. I dati parlano chiaro: 224 per Biden e 213 per Trump.

Il risultato delle elezioni presidenziali è sul filo del rasoio, decisivi alcuni stati chiave oscillanti.

Donald Trump afferma di aver vinto, e ha promesso di lanciare  una sfida alla Corte Suprema, accusando senza fondamento di frode. L’oppositore Biden, precedentemente, ha affermato di essere  sulla “buona strada ” per la vittoria.

Nessun candidato, però può rivendicare concretamente la vittoria.  Secondo quanto riportano i media, più di 100 milioni di persone hanno votato in anticipo, aprendo la strada alla più grande affluenza del secolo.

Con il 95% delle sezioni scrutinate, Biden nello Stato del Wisconsin, arriva al 49.4% verso il 49.1% di  Trump.

Ora sul Midwest, si concentra l’attenzione. Ancora milioni di voti sono in sospeso in stati cruciali come la Pennsylvania, Wisconsin e Michigan, secondo quanto riportato dalla CNN.

Biden sembra aver raggiunto risultati significativi in Arizona, uno stato dove Trump aveva vinto nelle scorse elezioni.

Il Presidente è stato proiettato a vincere lo stato combattuto e conteso della Florida, attestandosi sul circa 51 % dei voti rispetto al 48 % di Biden.

I dati dei sondaggi in uscita da tutti gli Stati Uniti danno una lettura ben precisa delle preferenze degli elettori e un’indicazione su come i vari gruppi demografici hanno espresso le loro preferenze. I numeri suggeriscono che le preferenze degli elettori bianchi è diminuita di sei punti percentuali rispetto al 2016, anche se è il gruppo più numeroso per etnia.

Gli elettori bianchi sostengono Biden, aumentando di cinque punti i dati percentuali rispetto al dato di Hillary Clinton. Lo sfidante di Trump sembra aver guadagnato sostegno tra gli under 30 e le persone di mezza età

Print Friendly, PDF & Email