Iovino (M5S): “Restituire parte dello stipendio è nella nostra identità”

Restituire parte dello stipendio è nella nostra identità. Siamo gli unici a farlo a favore dei cittadini e non alla forza politica di appartenenza. Le nostre restituzioni permettono a tanti giovani di aprire un’attività e alle scuole di comprare materiale necessario alla crescita e all’educazione dei nostri piccoli studenti. Da quando il MoVimento è entrato nelle istituzioni ha restituito oltre 106 milioni di euro grazie al taglio degli stipendi dei propri portavoce e sono onorato di aver contribuito al raggiungimento di questo risultato. C’è chi dice di essere a favore degli italiani ma deve milioni di euro allo Stato e c’è chi li dona ai Cittadini. Fatti non parole”. Così afferma su un post Facebook il deputato del M5S Luigi Iovino.

Purtroppo ci sono parlamentari, – prosegue il parlamentare pentastellato Iovino –  nel mio territorio, eletti con noi e che, tradendo il voto e la fiducia dei cittadini, hanno cambiato casacca per non restituire nulla ai cittadini. Differenze, piccole, che fanno riflettere. Tanti anni di gazebo, di eventi, di campagne elettorali, fatti non per vincere ma per far conoscere le nostre idee. Tanti sacrifici degli attivisti per portare avanti il nostro messaggio. Tutto ciò umiliato da chi non rispetta i patti e tradisce i propri cittadini passando con altre forze politiche, andando dove tira il vento. Io rispetterò sempre i nostri impegni e ciò non mi pesa affatto, anzi mi rende ancora più orgoglioso di far parte del MoVimento 5 Stelle”.

Alla fine il post dell’On. Iovino si conclude con una citazione di Gianroberto Casaleggio: “Una persona può credere alle parole. Ma crederà sempre agli esempi”