Salerno | Torna il Presepe di Sabbia, edizione ispirata al presepe campano del ‘700

Il sindaco Vincenzo Napoli con gli artisti e l'organizzatore Domenico Soena

SALERNO. Torna la mostra il Presepe di Sabbia- Alternativity, la mostra giunta alla IV edizione organizzata dalla Compagnia della Sabbia e patrocinata dal Comune di Salerno, che si terrà fino al 12 gennaio 2020 in via Alvarez.“Presepe Campano del ‘700”, il titolo dell’evento che, di fatto, è divenuto uno degli eventi più attesi del cartellone di iniziative parallele alle Luci d’Artista.

Aaron Ojeda (Spagna), Jennifer Padrón (Spagna), Vadim Bandarets (Bielorussia) e Paulo Quaresma (Portogallo): i quattro scultori – tra i migliori a livello internazionale – che dal 27 novembre hanno raggiunto Salerno dai loro Paesi di origine e si aggirano nella tendostruttura appositamente allestita vicino all’arenile di Santa Teresa. Scalpelli e getti d’acqua alla mano, fanno quello che più amano: scolpire la sabbia. Gli artisti quest’anno celebrano la natività di Cristo ispirandosi al presepe settecentesco campano. Un viaggio verso le radici di quest’arte intessuto di aneddoti legati ai Borboni, alla storia di una Napoli che fu e, soprattutto, all’emozionalità della tradizione meridionale.

Gli artisti forniranno un’interpretazione personale al tema scelto, omaggio all’arte presepiale settecentesca e ai suoi personaggi principali per regalare al pubblico un incontro con le radici di questa festività. La mostra abbandona, così, le tematiche legate all’attualità – temi affrontati nelle passate edizioni, come l’immigrazione e la salvaguardia dell’ambiente – per dedicarsi alla storia.

Un passo verso questa direzione più “accademica” fu compiuto lo scorso anno, quando il direttore artistico Spena ebbe l’intuizione di celebrare il Medioevo e la Scuola Medica Salernitana, ringraziando l’affetto che la città di Salerno ha sempre mostrato nei confronti di questo particolare contenitore di arte e cultura. Restando, però, su questa linea di omaggio alla città ospitante, gli scultori inseriranno nel presepe elementi distintivi cittadini, come il Castello di Arechi e lo stile architettonico di alcune dimore storiche.

INFO UTILI: Orari di visita – dal lunedì al venerdì: 10.00-13:00 / 15:00-20:30; sabato: 9.30-13.00/ 15.00-22-30; domenica: 9.30-13.00/ 15.00-21.30. Ingresso: adulti 2,50 euro; bambini 1 euro; gratuito per bambini fino a 5 anni di età