Regionali 2020, M5S correrà da solo in Emilia Romagna

Dopo la netta sconfitta in Umbria Luigi Di Maio torna nel mirino dei critici interni, una fronda che secondo alcune voci insistenti all’interno del Movimento, potrebbe far emergere un documento di alcune decine di deputati, che vorrebbero un ridimensionamento del leader pentastellato.

Chi nel Movimento come Beppe Grillo e Giuseppe Conte, avevano scommesso forte sull’alleanza con il (tanto “criticato”) Partito Democratico, anche a livello locale, ne escono duramente perdenti, ma nonostante ciò ritengono ancora indispensabile l’alleanza.

Di Maio invece, sostiene che: “Possiamo metterci con movimenti che lavorano sul territorio, non con altre forze politiche”. Da qui nasce la decisione, annunciata dopo un incontro al Senato, di far correre il Movimento da solo alle regionali del 26 gennaio 2020 in Emilia Romagna.

Print Friendly, PDF & Email