In autunno tante iniziative da parte della neonata associazione italo albanese, Iskander

Il 28 novembre 2018 si è costituita ufficialmente a Napoli l’associazione socio-culturale Iskander. La sua fondazione, realizzazione di un progetto del presidente italoalbanese Xhuljan Lala, ha lo scopo di promuovere, soprattutto a Napoli e nel Mezzogiorno, la conoscenza dei numerosi legami fra la cultura italiana ed albanese, valorizzandone il patrimonio artistico, linguistico e storico. In tal senso, l’associazione è stata già fautrice dell’organizzazione di una visita guidata a Greci, unico paese arbëreshë della regione Campania. Così, nel mese di maggio, un folto gruppo di partecipanti, che hanno aderito, e hanno potuto scoprire le tipicità di questa realtà arbëreshë. Tale giornata, patrocinata dall’ambasciata albanese in Italia, incontrando anche la disponibilità del sindaco di Greci, ha permesso l’immersione in una delle numerosissime comunità arbëreshë d’Italia, celebrando l’incontro fra albanesi di oggi ed albanesi di ieri, rinnovando ancora una volta il legame fra due popoli amici separati dal mare e permettendo ai partecipanti di godere delle specialità gastronomiche e delle bellezze paesaggistiche del piccolo paese irpino.

Oltre all’attenzione particolare rivolta nei confronti delle realtà allofone, l’associazione Iskander ha intrapreso un’opera di mappatura di tutti i monumenti architettonici di Napoli legati alla venuta di Scanderbeg, l’eroe albanese da cui l’associazione trae il nome, e del suo popolo, con l’obiettivo di creare un originale itinerario turistico per far scoprire un aspetto interessante, ma ancora poco noto, se non inedito, alla maggior parte dei turisti. Accanto allo sguardo rivolto al passato da custodire, l’associazione persegue l’obiettivo di favorire un’integrazione sociale che passi anche attraverso la curiosità di conoscere la lingua o la cultura albanese. Con questo intento sarà organizzata, a partire dall’autunno di quest’anno, la proiezione di una serie di interessanti film albanesi o con a tema questioni come l’immigrazione in Italia degli albanesi di ultima generazione.

A questo evento, organizzato in collaborazione con l’asilo Filangieri, si accompagna l’intenzione di istituire quanto prima dei corsi di lingua albanese ed italiana, per poter tramandare le proprie radici, favorendo allo stesso tempo l’integrazione e la possibilità per gli italiani di approfondire la conoscenza di una nazione così vicina. Non a caso Iskander è un’associazione composta da membri sia italiani che albanesi e ha come scopo ultimo la promozione di questa lunga amicizia.