Bruxelles e Roma: la procedura d’infrazione si allontana

Segnali di distensione con Bruxelles sui conti pubblici italiani. Sulla procedura per il debito all’Italia “possono essere trovate delle soluzioni nel dialogo tra la Commissione europea e Roma, ma l’Italia deve dimostrare che rispetterà le regole in futuro”: così fonti europee altamente qualificate all’ANSA, che aggiungono: “ma Roma si deve rendere conto dell’enorme impatto che la sua economia ha sul resto dell’Unione”.

Sul negoziato per evitare la procedura d’infrazione all’Italia “il clima è costruttivo, sono fiducioso che si possa trovare una soluzione“:  ha detto il premier Giuseppe Conte parlando a Osaka, al suo arrivo per i lavori del vertice G20.

Sulla stessa linea il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, anche lui a Osaka: “Stiamo adottando provvedimenti che ci portano sostanzialmente in linea, ci sono le basi” per evitare la procedura di infrazione: ha detto il responsabile di via XXSettembre. Inoltre, ha spiegato, “l’andamento delle finanze pubbliche sta andando meglio di quanto previsto”. (Fonte ANSA)