De Magistris contro telecamere negli asili. Salvini: “roba da matti…”

Incalza in queste ore la polemica sull’obbligatorietà della installazione delle telecamere a circuito chiuso negli asili, nelle case di riposo e nelle strutture socio assistenziali e sanitarie destinate a disabili ed anziani, dopo che lo scorso fine maggio il Senato ha dato l’ok ad un emendamento allo “Sblocca Cantieri” che prevede fondi appositi da destinare alla tutela di chi soggiorna in determinate strutture, dopo anni in cui sono venuti a galla diversi casi di maltrattamenti documentati che hanno indissolubilmente segnato la pubblica opinione.

Una battaglia, questa, che porta senza dubbio la firma del vice Premier Matteo Salvini tra i grandi promotori dell’iniziativa volta a dare maggiore sicurezza a chi è ospitato in queste strutture. Iniziativa contro cui, nelle scorse ore, si è scagliato il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che l’ha definita, attraverso una lettera inviata  al Presidente dell’ANCI Antonio De Caro, “repressiva e demagogica”.

Non è tardata ad arrivare la replica del Ministro degli Interni Matteo Salvini che attraverso le sue pagine social, riprendendo proprio l’articolo di Istituzioni24, ha commentato:

“Capisco che a sinistra devono sempre dire che è #colpadiSalvini, ma come si fa ad essere contro le telecamere negli asili e nelle case di riposo???
Roba da matti…”.