Questione mezzogiorno, Severino Nappi (Giuslavorista e Pres. Associazione Nord Sud) a L’Opinione: il Governo non investe nel sud.

Propongo le ‘primarie delle idee’ per ridare speranza. Scegliamo i progetti, non i nomi.

“È inutile aspettarsi che, in questa stagione di egoismi territoriali, il governo a trazione nordista si faccia carico di investire davvero sul Sud. Infatti ci troviamo con 2 miliardi di investimenti in meno per il 2019 in Campania, sottratti dal Fondo Azione e Coesione nel silenzio generale”. Lo dichiara il giurista campano Severino Nappi, vicecoordinatore della Campania di Forza Italia e presidente dell’Associazione Nord e Sud nell’intervista rilasciata al quotidiano L’Opinione di Arturo Diaconale. “Quanto a Di Maio e i 5 Stelle, penso che probabilmente non se ne sono neppure accorti. Una prospettiva per la Campania, per evitare nuove vicende Whirlpool, però c’è. La prossima programmazione europea assegna alla Campania ben 12 miliardi di euro. Quindi ci sono tutte le condizioni per non perdere il tram, peraltro l’ultimo. Con una condizione precisa, però: le risorse europee, per non finire sprecate, devono essere programmate. Prima di tutto, ad esempio,  per un grande piano di rigenerazione urbana (quindi ristrutturare, modernizzare, efficientare gli spazi) e per le politiche sociali investendo sul welfare. Insomma -conclude – di fronte ad una classe politica totalmente inadeguata, io propongo le “primarie delle idee”. Per ridare speranza alla Campania, si scelgano i progetti, non i nomi”.