Tavolo inter – istituzionale su salute e diritti dei militari: a Ciampino progetto “Corpo e Amina”

Un atteso ed affollato tavolo di confronto Inter Istituzionale tenutosi presso la Camera dei Deputati il giorno 30 maggio, promosso dall’Accademia Italiana delle Scienze di polizia investigativa e scientifica presieduta da Francesca Antonaci e dall’Osservatorio per la salute ed i diritti dei militari e delle forze di polizia presieduto da Francesca Beneduce, che ha indirizzato i lavori, sulla necessità di “Cambiamenti radicali come prerogativa per il benessere psicofisico dei militari e delle forze dell’ordine: dai disturbi post traumatici da stress ai ricongiungimenti familiari”, che ha ricevuto l’alto patrocinio della Commissione Europea, il patrocinio del Consiglio regionale del Lazio, del Consiglio regionale della Campania, del Consiglio regionale del Molise.

Il confronto ha visto la partecipazione dei vertici militari: Contrammiraglio Riccardo Guarducci in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio Sq. Valter Girardelli; il Generale Ispettore Domenico Abbenante, Capo del Corpo Sanitario A.M. in rappresentanza del Generale Squadra Aerea Alberto Rosso; Colonnello Fabio Cippitelli Capo Ufficio Psicologia e Psichiatria Militare dello Stato Maggiore dell’Esercito in rappresentanza del Generale Salvatore Farina; il Generale di Brigata Girolamo Petrachi, Direzione Sanità del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri; il Ten. Col. Carlo Bruno Spinetta Vice Comandante della Camera dei Deputati; il Maggiore Dario Favara e la Caporal Maggiore scelto Maria Perillo della Scuola di Fanteria di Cesano; il Colonnello Daniele Baiata Capo stato maggiore Ospedale il Celio; Colonnello Alessandro Casciotta Ispettorato Sanità interforze; Gen. Angelo Giustini Commissario Sanità Regione Molise, Dott. Fabrizio Ciprani Direttore Centrale di Sanità Polizia di Stato; Dott.ssa Mirella Bardellino Polizia di Stato.

Sono intervenuti i parlamentari Sen. Francesco Urraro, On. Michela Rostan e l’On. Gianfranco Di Sarno, il Vice Presidente del Consiglio Reginale del Lazio On. Giuseppe Cangemi, la Consigliera Regionale Molise Paola Matteo.

Non sono mancate le rappresentanze Co.Ce.R con i delegati Sezione Guardia di Finanza: Lgt. Cs. Alessandro Margiotta; Lgt. Cs. Rosario Antonio Leonardo; M.llo C. Giovanni Cutrupi; Brig. capo Qs. Luigi Palma; Brig. capo Qs. Gugliemo Picciuto; App.sc. Qs. Eliseo Taverna. I Delegati Co.Ce.R. – Sezione Aeronautica: Col. Maurizio Di Sabato; T.Col. Matteo Testini; 1° Lgt. Oreste Fania; PM Marco Cicala; SM Capo q.S. Tommaso Brasile; SM Capo Giuseppe Radogna; 1° ACS q.S. Paolo Redavid; 1° AC Francesco Di Pietra.

Parte attiva ai lavori, le rappresentanze sindacali con: il Presidente Giuseppe Moretti ed il Vice Presidente Francesco Laura Unione Sindacati Polizia Penitenziaria (USPP); l’avv. Leonardo Bitti Presidente Movimento 2 Stellette; Carmine Mazzarella Presidente Nazionale Sindacato Autonomo dei Militari.

Le relazioni tecniche affidate al prof. Luigi Lucchetti Presidente di AIGESFOS già Dirigente Generale Medico della Polizia di Stato ed al dr. Antonio Antonaci medico di famiglia ideatore e promotore del Progetto Aispis “Corpo e Amina”. Un progetto avviato in via sperimentale diventato già una best practice internazionale, infatti lo stesso è stato presentato a Cuba (Avana) qualche settimana fa, proprio dal responsabile medico dell’AISPIS. Il nuovo modello di assistenza consiste nell’affiancamento al medico di famiglia di una équipe integrata capeggiata da uno/a Psicologo/a, un altro giovane medico, un infermiere professionale, un OSS operatore socio-sanitario, una segretaria. Tutti i servizi offerti in ambulatorio e a domicilio da questo personale sono completamente gratuiti, poiché garantiti dal Sistema Sanitario Nazionale italiano; fatta eccezione per la disponibilità della psicologa e dell’assistenza psicologica, che invece è a totale carico del medico di famiglia. Un progetto che sta dando già buoni frutti in termini di servizio all’assistito, che si è rivelato particolarmente utile nei casi di militari ed agenti di polizia e di tutte quelle persone scettiche nel voler riconoscere che è importate curare anche la mente e non solo il corpo e che molti disturbi fisici possono essere di origine psichica. È necessario sensibilizzare le istituzioni e far si che questa idea si diffonda e diventi una normale pratica di assistenza, affinché l’assistenza psicologica presso il medico di famiglia possa diventare un nuovo LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e quindi facilmente usufruibile da tutti.

Non è l’unico strumento pratico proposto dal team dell’AISPIS e dell’Osservatorio, infatti è stato portato a conoscenza che è aperto ed usufruibile lo Sportello Aispis ed Osservatorio presso lo studio polispecialistico del Dott. Domenico Russo medico di famiglia, in Via Col di Lana 69 Ciampino Roma, coordinato dalla Vice Presidente Aispis Antonella Cortese, un luogo dove i pazienti possono usufruire di più servizi integrati, tra i quali l’utilizzo della stanza multisensoriale per lo smaltimento dello stress accumulato per riconquistare il benessere psico-fisico, di un supporto psicologico con la Psicologa Marilena Bonifacio Direttrice didattica Aispis e dell’Avv. Maria Francesca Tripaldi responsabile dipartimento Giustizia Aispis.

Non sono mancati momenti di grande commozione e riflessione alla consegna di un riconoscimento al militare paracadutista, Medaglia d’oro di vittima del terrorismo Victor Alfonso Scaccia per gli eventi occorsi il 12 luglio 2011 a Bakwa in Afghanistan, e che nella notte tra il 9 ed il 10 settembre 2017, durante una violenta alluvione che colpiva la citta di Livorno, si gettava nel fango della piena del Rio Ardenza per salvare la vita umana mettendo a repentaglio la propria.

I temi di confronto sono proseguiti sui ricongiungimenti familiari e nuovi modelli performanti della carriera militare e di tutto il comparto sicurezza e difesa. Molto è stato fatto e si sta facendo, come hanno opportunamente evidenziato gli interlocutori militari anche grazie al contributo dell’Aispis e dell’Osservatorio che sollecitano le Istituzioni politiche e militari su questi delicati temi.