Cava de’ Tirreni, presentazione del libro “Giornalisti all’inferno”

La locandina dell'iniziativa

CAVA DE’ TIRRENI. “La verità del giornalismo”. È il titolo dell’iniziativa in programma venerdì 17 maggio, alle ore 18.30, presso il Palazzo Arcivescovile della cittadina metelliana. Sarà presentato, alla presenza dell’autore, il libro “Giornalisti all’inferno”, scritto da Andrea Manzi. Il dibattito verrà aperto dal vicesindaco Armando Lamberti e introdotto da Emiliano Amato. Seguiranno gli interventi dei giornalisti Massimo Adinolfi, Vito Bentivenga e Clemy De Maio. Chiuderà l’autore. A moderare sarà Francesca Romanelli.

LA TRAMA. Carlo è un giornalista cinquantenne, con una vita sofferta, una ex moglie cui è ancora molto legato e un dissidio interiore, affrontato lungamente in analisi, che emerge di frequente nei suoi rapporti conflittuali con la professione e con il potere. Si ritrova all’improvviso accusato di un omicidio avvenuto diversi anni prima, probabilmente legato a un oscuro evento del suo passato tormentato. Nella sua vita tutto assume sfumature incerte e inquietanti, intorno ad un’umanità disperata e irrimedibile, segnandolo ancora di più come un antieroe inconsolabile, imploso in una cosmica solitudine e in un’abissale irrisolutezza.

L’AUTORE. Andrea Manzi, giornalista, già redattore capo de “Il Mattino” di Napoli, ha fondato e diretto il quotidiano “la Città” ed è stato vicedirettore de “Il Roma”. Autore di saggi e di libri di poesia, scrive da anni per il teatro. È coautore di “Gesù è più forte della camorra”, dal quale ha tratto un testo teatrale. Presiede l’associazione “Ultimi” per la legalità e contro le mafie. “Giornalisti all’inferno” è la sua prima esperienza narrativa.