Salerno, pubblicato avviso per accedere al fondo per la morosità incolpevole

Una veduta della sede del Comune di Salerno

SALERNO. C’è tempo fino al 31 dicembre per poter presentare la domanda per accedere al fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli. Il Comune di Salerno ha pubblicato l’avviso e l’apposito modulo sul sito istituzionale dell’ente.

Tenendo conto che il fondo a disposizione per l’annualità 2018 è di 192mila euro, le pratiche saranno istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione e con priorità in base alla presenza di una delle seguenti condizioni: famiglia con presenza di almeno un ultrasettantenne; famiglia con presenza di almeno un minore; famiglia con un componente con invalidità accertata non minore del 74%; famiglia con presenza di almeno un componente in carico ai servizi sociali o alle aziende sanitarie locali per l’attuazione di un progetto assistenziale individuale; valore Isee più basso.

Possono presentare il modulo coloro che alla data della domanda: sono residenti nel comune di Salerno da almeno un anno; sono destinatari di un atto di sfratto per morosità con citazione per la convalida; sono titolari di un contratto di locazione regolarmente registrato; sono residenti nell’alloggio oggetto della procedura di sfratto da almeno un anno; sono in possesso di un Ise non superiore ai 35mila euro o un Isee non superiore ai 26mila euro; sono cittadini italiani, comunitari o in possesso di regolare permesso di soggiorno; non hanno beneficiato di altri contributi.

Il contributo ottenuto potrà essere utilizzato: per sanare la morosità accumulata nei confronti del proprietario fino ad un massimo di 8mila euro; per il ristoro anche parziale in favore del proprietario che acconsenta al differimento dello sfratto fino ad un massimo di 6mila euro; per il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione fino ad un massimo di 3mila euro; per stipulare un nuovo contratto di locazione per un alloggio diverso da quello oggetto del provvedimento di sfratto fino ad un massimo di 12mila euro.