AGCI: le cooperative dei pescatori potranno beneficiare delle importanti misure a sostegno del settore della pesca

Soddisfazione per l’impegno concreto manifestato dal Governo Conte

ROMA  – Rispetto alle tradizionali ipotesi di fermo obbligatorio (per cui il Parlamento ha stanziato 11 milioni di Euro), per la prima volta quest’anno viene introdotto, nel nostro ordinamento, un ammortizzatore sociale cui potranno ricorrere le imprese per garantire un sostegno al reddito dei pescatori.

Cinque milioni di Euro saranno stanziati per i casi di sospensione dell’attività dovute a diverse cause quali insabbiamento, malattia del comandante, periodi di fermo pesca aggiuntivi decisi da OP o consorzi di gestione, condizioni metereologiche avverse.

Brenno Begani, Presidente dell’AGCI, esprime viva e piena soddisfazione per questo importante risultato di cui le cooperative dei pescatori potranno beneficiare ma in particolare, aggiunge: “E’ la testimonianza dell’attenzione e dell’impegno concreto del Governo nei confronti di un settore, quale la pesca, che attraversa un momento di difficoltà”.

Un ottimo risultato per una misura strutturale che la legge di bilancio 2019 renderà ancora più corposa, grazie ad un rifinanziamento che il governo ha confermato in Parlamento.

Confermata, inoltre, anche per il 2019 la misura di sostegno per i prossimi periodi di fermo obbligatorio. Altri 11 milioni saranno a disposizione degli equipaggi di imbarcazioni costrette a fermarsi.

E se è vero ciò che diceva Vincent Van Gogh: “I pescatori sanno che il mare è pericoloso e le tempeste terribili, ma non hanno considerato mai questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra”, la soddisfazione si raddoppia visto che, con questa vittoria, possono continuare il loro lavoro…in acque più serene.

Print Friendly, PDF & Email