Home Blog

Ivass ordina l’annullamento di due siti abusivi

IVASS ha ordinato la cessazione dell’attività di intermediazione assicurativa esercitata tramite i seguenti siti web che offrono abusivamente servizi assicurativi:

Le attività di oscuramento da parte dei provider che operano sul territorio italiano sono in corso. Per motivi tecnici l’oscuramento effettivo potrà richiedere alcuni giorni.

L’ ordine di cessazione dell’attività abusiva dei suddetti siti sono pubblicati nella sezione “Difendiamoci dalle truffe” del sito dell’IVASS.

Sale così a 107 il numero dei siti abusivi oggetto di ordine di cessazione da quando l’IVASS ha cominciato ad esercitare il potere di oscuramento (novembre 2023).

L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella valutazione di offerte assicurative via Internet, telefono o messaggistica veloce (ad esempio, WhatsApp), soprattutto se relative a polizze r.c. auto di durata temporanea.

In particolare, l’IVASS consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito IVASS le liste dei siti degli intermediari assicurativi regolarmente iscritti al RUI e dei siti delle imprese di assicurazione vigilate dall’IVASS.

A beneficio dei consumatori, di seguito si riportano inoltre:

I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center Consumatori al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì h. 8.30 – 14.30.

Si invitano gli Organi di informazione a dare la massima diffusione al presente comunicato nell’interesse degli utenti.

Terra dei Fuochi, Auriemma (M5S): “Nuovo sequestro beni Pellini è vittoria dello Stato”

La deputata ha ringraziato Gratteri per l’attenzione rivolta a questa faccenda

“Dal primo momento abbiamo sostenuto che ci fossero i presupposti per un nuovo sequestro dei beni dei Pellini per evitare che nelle more del giudizio civile potesse essere disperso l’incontro patrimonio. Ringrazio personalmente il Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri che sin dal primo momento ha manifestato un’attenzione particolare a questa faccenda che oggi vede lo Stato vittorioso. Lo Stato vive sulle gambe di uomini e donne libere. Il mio impegno per la mia tessa sarà sempre massimo.” Così la deputata Carmela Auriemma del Movimento 5 Stelle, e ha commentato la notizia che ha coinvolto gli imprenditori di Acerra già condannati in sede penale per disastro ambientale.

Insieme per Bagnoli, il documento presentato dalle migliori firme dell’ambientalismo Campano, supportato anche dalla Consigliera Muscarà

“Ho firmato questo documento supportato dalle migliori firme dell’ambientalismo campano, e deciso di aderire a questa iniziativa in difesa di Bagnoli e delle sue ricchezze naturali – ha dichiarato la consigliera Maria Muscarà -. Sembra che ormai tutto il passato di Bagnoli sia stato messo da parte in nome di una finta ricostruzione e rivalutazione che non tiene conto dei lavori svolti fino ad ora, del rischio vulcanico, ma soprattutto degli studi di esperti su questo territorio”.

Di Seguito il testo del documento:
La restituzione della spiaggia di Bagnoli ai cittadini e la creazione di un grande parco urbano sono gli elementi essenziali della riqualificazione dell’area. La spiaggia di Bagnoli è un obiettivo prioritario perché è l’unica spiaggia possibile per i napoletani. L’eliminazione della colmata ne rappresenta la condizione indispensabile. La sola colmata, infatti, occupa circa la metà della lunghezza della spiaggia. Si tratta di una riqualificazione economico-sociale, paesaggistica e culturale finora solo promessa, che la città attende sin dai tempi della dismissione della fabbrica. I costi della rimozione della colmata sono sovrastimati, come molti esperti sostengono, considerando il possibile riutilizzo del materiale della colmata nell’ambito delle stesse operazioni di trasformazione urbana.

I sottoscritti si appellano, pertanto, ai presidenti di Camera e Senato e al Consiglio comunale di Napoli affinché non sia convertita in legge l’abrogazione, contenuta nell’art. 14, comma 3, lettera a) del D.l. 7 Maggio del 2024, dell’articolo 1 del decreto legge 20 settembre 1996 n. 486, così come modificato in sede di conversione dalla legge 582 del 1996, che recita: «al comma 14 le parole “comprensivo del ripristino della morfologia naturale della costa in conformità dello strumento urbanistico del comune di Napoli” sono soppresse».

Europee, Ricci: “In Ue per migliorare la casa degli europei, armonizzare tassazione fiscale”

La candidata azzurra: “Dal nuovo Parlamento può arrivare spinta ad abbassare tasse sul lavoro”

“L’Unione Europea è la casa dell’Italia e degli italiani. Bisogna lavorare affinché questa casa ogni giorni diventi più accogliente e sempre più cruciale negli scenari internazionali. Ma c’è bisogno di tanto lavoro per migliorarla e renderla davvero vicina ai cittadini”.

Lo afferma Barbara Ricci, candidata con Forza Italia al Parlamento Europeo, nella circoscrizione meridionale.

“L’Ue rappresenta la nostra identità e il nostro futuro ma questo non significa che non ci sia bisogno di correttivi che armonizzino l’azione dei Paesi aderenti. Serve trasformare la semplice convivenza tra Stati, a volte con idee molto diverse, in un “matrimonio” felice. Uno dei primi punti su cui agire, sicuramente, è il regime fiscale. Bisogna armonizzarlo tra le diverse nazioni che compongono l’Europarlamento. Questo potrebbe portare a ridurre, e di parecchio, la tassazione sugli stipendi, lasciando più denaro nelle tasche degli italiani. L’Europa, come già spiegato dal nostro leader Tajani, deve aiutare i Paesi che abbassano le tasse magari rendendo più flessibile il patto di stabilità”, conclude Barbara Ricci.

Periferie, Battilocchio: “Con progetto culturale fatto dai giovani le mettiamo al centro della storia”

“Grazie a sinergie virtuose che abbiamo messo in campo mettiamo le periferie italiane al centro di un grande progetto culturale che vedrà i giovani protagonisti”. Così Alessandro Battilocchio, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie alla Camera, ha presentato oggi presso la Sala della Sacrestia a Palazzo Valdina, “Storie di periferia: riportare le periferie al centro della storia”, progetto della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, che promuove il Premio Strega, con il sostegno di Enel Cuore onlus e la collaborazione speciale della Commissione.

“Il lavoro della commissione segna un risultato importante. Partiamo da Tor Bella Monaca e Caivano, sperando in futuro di poter coinvolgere anche altre aree del Paese, con un progetto all’insegna della cultura e dei territori che diventano protagonisti, insieme alle scuole, per valorizzare le storie delle periferie da troppo tempo abbandonate. La grande cultura, con i giovani protagonisti, mette avanti realtà lasciate per troppo tempo indietro.” All’incontro hanno partecipato anche Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, Fabrizio Iaccarino, responsabile Affari Istituzionali Italia Enel e consigliere Enel Cuore onlus, Nicola Franco, presidente VI Municipio di Roma Capitale, Pasquale Penza della Commissione Periferie, eletto nel territorio di Caivano (Napoli), Filippo D’Alessio, direttore Teatro di Tor Bella Monaca (Roma), Maria Rosaria Autiero preside del liceo Amaldi di Tor Bella Monaca e Claudio Mola, dirigente scolastico del Liceo statale Braucci di Caivano.

J’Adore Napoli: presentata la nuova Guida CityMap della città “in continua evoluzione” e dei luoghi, tradizionali e non, da conoscere

Napoli è una città in continua evoluzione. Anzi: non c’è città il cui volto negli ultimi anni sia cambiato di più che a Napoli. Quel “Rinascimento” di cui si è scritto, letto e visto ovunque non solo ha cambiato la percezione della città, incrementando esponenzialmente il numero dei suoi turisti e rendendola copertina di un certo tipo di estetica italiana, ma ne ha piuttosto concretamente modificato il tessuto. La Napoli in cui ci si muove nel 2024 non è più, dunque, la stessa di anni fa. I percorsi turistici sono cambiati, così come le abitudini degli abitanti stessi. Sono cambiati i quartieri, le cose da fare, il modo in cui passare il tempo e i poli di attrazione.

Se c’è una cosa che racconta meglio di ogni altra lo spirito di un tempo è la mappatura di una città: per questo motivo “nss edicola” lancia “J’Adore Napoli – New City Map” una guida alla nuova Napoli, una città che ha imparato a dialogare con le cartoline ma che ha poi preso una nuova strada, imparando a raccontare la propria storia e una nuova idea di Napoletanità.

La guida ha l’obiettivo di costruire un itinerario alternativo per chi arriva in città, che siano turisti di poche ore o nuovi abitanti, dai nuovi culti culinari alle rappresentazioni culturali, e poi ancora musica, artigianato e modernità. L’insieme di tutto ciò che contribuisce a creare la moderna cultura napoletana è racchiuso in una guida tascabile, illustrata da Giotto Calendoli, founder di “Handle with Freedom”, con prefazione di Giorgia Solmonte, fondatrice del progetto di archivio digitale All About Naples.

La guida è stata presentata sabato 25 maggio nel corso di un evento al quale hanno partecipato oltre 500 persone, che ha riunito nello stesso luogo alcune delle migliori eccellenze cittadine da Quartiere Intelligente a Spazi Volta, passando per Salumeria Malinconico e Masardona.

L’evento è stata la dimostrazione della rilevanza che iniziative culturali possono avere sui giovani, avvicinandoli alla scoperta di un mondo analogico che non è da concepire come antagonista a quello digitale, ma come complementare per arricchire la ricchezza culturale di una città che mai come oggi è sulla bocca di tutti. 

J’Adore Napoli – New City Map non ha un verso di lettura, né l’ambizione di essere onnicomprensiva, anzi: rappresenta l’occasione per scoprire nuovi luoghi e ricevere suggerimenti per la guida del prossimo anno. È impossibile, del resto, racchiudere il rinascimento napoletano in una sola guida, e la New City Map del 2024 non sarà quindi mai uguale a quella del 2025 o del 2026: sarà piuttosto uno spazio in costante evoluzione così come lo è stata negli ultimi anni Napoli, che tutti pensavano una città finita quando invece non era così.

Se leggendo la guida qualcuno penserà “Non conoscevo questo posto, ora devo assolutamente vederlo” oppure “Voglio segnalare questo luogo”, vorrà dire allora che il lavoro sarà stato compiuto bene: “J’Adore Napoli – New City Guide” vuole essere infatti soprattutto un dibattito aperto su Napoli, su quello che questa città sta diventando e su quello che ancora può diventare.

Altro importante obiettivo della Guida è raccogliere le segnalazioni di chi leggerà la mappa e le invierà all’indirizzo mail jancityguide@nssfactory.com, in maniera da costruire la Mappa di domani e, in qualche modo, il futuro stesso di Napoli.

il progetto “nss edicola” è stato lanciato nel dicembre 2023 da nss come spazio di promozione delle attività quotidiane dell’ecosistema digitale di nss e, allo stesso tempo, per preservare la divulgazione di informazione e cultura, oggi più che mai essenziale per la conservazione della diversità. nss edicola prosegue inoltre quotidianamente la sua attività di servizio pubblico e vendita di giornali cercando, attraverso la sua comunicazione digitale e fisica, di avvicinare un nuovo pubblico a un modello – come quello dell’edicola – in forte crisi e che necessita di cambiamento ed evoluzione.

Arrestato a Torino Halili Elmahdi, terrorista dell’Isis e ideologo del jihad in Italia

ph. Ansa

Il 29enne, marocchino naturalizzato italiano, è accusato di associazione terroristica

All’alba di stamattina, gli agenti della Questura di Torino a Lanzo Torinese hanno arrestato Halili Elmahdi con l’accusa di partecipazione ad associazione terroristica internazionale. Il ventinovenne di nazionalità marocchina già due volte era finito in manette, nel 2015 e nel 2018, sempre accusato di terrorismo e di legami con il Daesh, di cui portava avanti sul web una campagna di proselitismo e radicalizzazione. Istruzioni su come utilizzare le armi bianche e su come preparare un camion bomba erano state sequestrate nel 2018 all’interno della sua abitazione nel Torinese.

Condannato nel 2019, con sentenza divenuta irrevocabile nel 2022, Elmahdi era stato scarcerato nel luglio 2023, ma non era stato espulso per intoppi burocratici nonostante la revoca della cittadinanza italiana. Secondo quanto ricostruito dall’indagine della Digos di Torino, l’uomo, tornato in libertà, avrebbe manifestato più volte propositi violenti e bellicosi e avrebbe dichiarato con orgoglio di essere ancora affiliato all’Isis.

In una lettera inviata dal carcere, il ventinovenne si sarebbe definito “cellula dormiente“, che sarebbe presto passata all’azione per “neutralizzare il nemico”. Durante la reclusione, inoltre, avrebbe conservato una foto di un terrorista islamico, corredata da frasi che invitavano a “sfoderare le spade”.

Halili Elmahdi è considerato l’autore del primo testo in italiano di propaganda jihadista: “Lo Stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare”. Lo scritto è ritenuto il primo documento organico redatto in lingua italiana di propaganda della ideologia estremistica musulmana fatta propria dall’organizzazione terroristica “Stato islamico”.

“Propagare la conoscenza Islamica, correggere la comprensione della gente sulla religione, chiarire la verità” queste le parole firmate da Elmahdi, “ideologo” dell’Isis in Italia.

Pompei, il 31 maggio appuntamento con il tradizionale rito di chiusura del mese mariano

Ph. Massimo Iaquinangelo per Istituzioni24

Il 1° giugno, ritorna la notte dei Santuari, mentre, domenica 2, sarà celebrata la Solennità del Corpus Domini

Inizierà con il “Buongiorno a Maria”, alle 6.30, l’ultimo giorno del mese di maggio. Si concluderà, così, l’appuntamento con la preghiera con la quale i fedeli affidano il nuovo giorno che inizia alla Madonna. Poi, un ricco programma di celebrazioni che culminerà, alle 19, con la santa Messa nel Piazzale “San Giovanni XXIII”, presieduta dall’Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, e seguita dalla processione aux flambeaux verso la Basilica e la benedizione della terza porta di bronzo del Santuario dedicata ai Misteri del Rosario. Infine, il rito della Chiusura del Quadro.

I fedeli si ritroveranno nel Piazzale, alle 17.45, dove ad accoglierli ci sarà il Complesso Bandistico “Bartolo Longo-Città di Pompei”. Poi, alle 18, l’offerta dell’incenso e delle intenzioni di preghiera poste nel “Cuore della Madonna” e la recita della Piccola Supplica.

Ed è proprio nell’ultimo giorno del mese di maggio, mese mariano e, dunque, dedicato alla Madonna e al santo Rosario, che sarà inaugurata la terza porta di bronzo della Basilica, che invita a contemplare la presenza della Madonna nel Vangelo. A creare l’opera è stato il sacerdote e artista don Battista Marello, già autore della porta centrale, che chiama a riscoprire la bellezza del pellegrinaggio terreno posto sotto lo sguardo materno della Vergine e quella di destra che invita a considerare quanto hanno operato l’instancabile Bartolo Longo e la consorte Marianna.

Il giorno dopo, il 1° giugno, ad unirsi in preghiera, in una “grande sinfonia di preghiera” saranno tutti i Santuari in Italia che vivranno “La Notte dei Santuari”, appuntamento annuale dal 2019, promosso dal Collegamento Nazionale Santuari Italiani, assieme all’Ufficio Nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza Episcopale Italiana e all’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni. A Pompei, l’evento avrà inizio alle 20, nella Parrocchia “Sacro Cuore di Gesù” dove i pellegrini si raduneranno per il primo momento di preghiera e, poi, compiere il pellegrinaggio al Santuario. In Basilica, vivranno un secondo momento di preghiera che darà inizio solenne al mese di giugno con l’offerta dell’incenso all’altare del Sacro Cuore, ricordando il miracolo avvenuto a Pompei per intercessione di Margherita Maria Alacoque, il 23 giugno 1900. Infine, si terrà il terzo e ultimo momento di preghiera, Via Pulchritudinis, con il concerto per organo, soprano, coro, tromba e violino, organo monumentale del Santuario e Corale Polifonica “Santa Cecilia” di Sant’Angelo in Formis (Ce).

Domenica 2 giugno, sarà celebrata la Solennità del Corpus Domini. Alle 20, nel Piazzale “San Giovanni XXIII”, l’Arcivescovo Caputo presiederà la Celebrazione Eucaristica, al termine della quale si svolgerà la processione in onore del Corpus Domini che si concluderà in Basilica con la benedizione eucaristica e la Chiusura del Quadro.

Candlelight: lo spettacolare connubio tra arte e musica

Nel complesso monumentale di Donnaregina Nuova, uno dei più importanti centri culturali di Napoli, immersi nella sacralità del luogo ed in una collezione d’arte a dir poco strepitosa, illuminato dalla sola luce delle candele che  -magicamente- avvolge gli spazi in cui si esibiscono i musicisti, si è tenuta una delle tappe napoletane di Candlelight. L’evento musicale – che ha toccato oltre cento città nel mondo –  rappresenta l’esempio, perfettamente riuscito, di come la musica classica degli strumenti ad archi si possa fondere con ogni diversa forma musicale, da quella jazz al pop, dal blues al rock, esprimendo quindi uno strumento di cultura planetario e intergenerazionale che, contestualmente, esalta le fantastiche location -già depositarie d’arte – ove i concerti vengono organizzati.

Campania, Protezione Civile: “Allerta meteo gialla dalle 14.00 alle 22.00 di oggi temporali improvvisi e intensi”

Temporali improvvisi e intensi dalle 14,00 alle 22.oo di oggi: la Protezione Civile della Regione Campania, in considerazione delle valutazioni del Centro Funzionale, ha emanato un avviso di allerta meteo con conseguente criticità Gialla sulle zone 2 (Alto Volturno e Matese); 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini); 4 (Alta Irpinia e Sannio); 5 (Tusciano e Alto Sele).

I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione. Potranno rivelarsi anche intensi. Si prevede inoltre la possibilità di fulmini, grandine e raffiche di vento.

Attenzione dovrà essere posta al rischio idrogeologico: tra le principali conseguenze dell’impatto al suolo delle piogge e dei temporali si segnalano allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, scorrimento delle acque nelle sedi stradali, ruscellamenti con trasporto di materiale, caduta massi e frane anche in considerazione della saturazione dei suoli o di condizioni di fragilità idrogeologica dei terreni.

A causa delle possibili grandinate e delle raffiche di vento potrebbero anche manifestarsi danni alle strutture provvisorie, al verde pubblico e alle coperture.

Si ricorda ai Comuni di attivare i COC (Centri Operativi Comunali), di prestare attenzione alle comunicazioni della Sala Operativa Regionale Unificata e di porre in essere tutte le misure atte a prevenire, contrastare e mitigare i fenomeni previsti, in linea con i rispettivi piani comunali di protezione civile nonché di monitorare la corretta tenuta del verde pubblico.

Ultimi articoli

Ivass ordina l’annullamento di due siti abusivi

IVASS ha ordinato la cessazione dell’attività di intermediazione assicurativa esercitata tramite i seguenti siti web che offrono abusivamente servizi assicurativi: www.assicurasemplice.online  www.zurlobrokers.it Le attività di...

Istituzioni24.it si fonda sui lettori come te
che ci leggono gratuitamente dal nostro sito.

Sostienici con un like