Annalisa nel firmamento: la Nasa le dedica un asteroide

ph. Rai News

Nel vasto oceano oscuro dello spazio profondo, tra le costellazioni e le galassie, un piccolo corpo celeste porta con sé un nome che risuona con melodia: “20014 Annalisa”. Scoperto nel 1991 da Henry E. Holt presso l’Osservatorio di Palomar, questo asteroid è diventato un omaggio cosmico alla talentuosa cantante italiana Annalisa.

Il suo curriculum astronomico è inciso nei registri digitali della NASA, dove è definita come una laureata in fisica che ha abbandonato la scienza per emergere nel mondo della musica. Le sue canzoni hanno attraversato confini nazionali, guadagnando premi e dischi di platino, un successo che ha catturato l’attenzione non solo dei fan terrestri ma anche dei guardiani celesti.

Nel dettaglio tecnico della sua scheda orbitale, consultabile su Internet, si trova un elenco di parametri che delineano la sua posizione attuale e la sua traiettoria. L’ultima volta che è stato avvistato coincise con l’effervescente esibizione di Annalisa a Sanremo, dove ha incantato il pubblico con “Sinceramente“, brano che ha raccolto applausi e consensi.

Le “Discovery Circumstances” dell’asteroide forniscono ulteriori dettagli su questa dedica celeste. Annalisa, con il suo impatto musicale, ha meravigliato e ispirato, tanto da essere commemorata in un angolo del cielo notturno. È un riconoscimento che eternizza il suo nome, unendo la creatività con l’immensità dell’universo.

Print Friendly, PDF & Email