Campi Flegrei, sciame sismico in corso da ieri sera. 160 scosse in meno di 12 ore

È ben noto che la bellissima regione Campania “vanti” la presenza sul territorio sia del Vesuvio ma anche del super vulcano dei Campi Flegrei.

Ed è proprio a causa della caldera che le persone dei comuni a lei vicini hanno trascorso la notte in strada.

Sono due anni ormai che il super vulcano continua a “farsi sentire” con scosse frequenti e boati, mettendo in allarme e sotto stress continua la popolazione, specialmente quella di Pozzuoli, Bagnoli, Bacoli.

Ma questa volta è stato diverso. Solo nella serata di ieri la terra ha tremato più e più volte. Infatti, a partire dalle 19:51 fino alle 5:29 di questa mattina si sono susseguite ben 160 scosse, di cui la più forte di magnitudo 4.4. Avvertite indistintamente anche a Napoli e addirittura a Procida.

Un fenomeno del genere era già accaduto quarant’anni fa, anche se scosse di tale magnitudo hanno superato di gran lunga quelle avvenute all’epoca.

A confermarlo è pure chi era presente ieri, riversatosi per strada. Anziani, bambini, intere famiglie terrorizzate che hanno lasciato le abitazioni per mettersi in auto ed andare in un luogo più sicuro. È stato scelto sia il viale Kennedy a Fuorigrotta ma anche Viale Giochi del Mediterraneo.

Nel frattempo i sindaci di Pozzuoli, di Bacoli, hanno cercato di rassicurare il più possibile i loro concittadini, allestendo sotto richiesta delle tendopoli, una a piazza a Mare e una in zona Palatrincone.

Mentre protezione civile regionale, insieme ai vigili del fuoco, sono da ieri sera al lavoro per verificare danni a cose o persone.

Infatti, attualmente abbiamo la certezza di asserire che a Pozzuoli sono state sgomberate ben 35 abitazioni ed è stato chiuso anche il mercato ittico a causa del tetto pericolante. Nessun danno alle persone.

Nella tarda serata di ieri anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, accompagnato dal direttore della Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, e dal direttore generale della Protezione civile della Campania, Italo Giulivo, è sceso in strada a rassicurare i cittadini: “Sono qui per tranquillizzarvi. Si sta facendo tutto quello che si deve fare in questi casi. Non dovete avere paura”.

Poi ha preso parte a una riunione operativa alla presenza anche del sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni.

In giornata, da quanto trapela, dovrebbe esserci l’incontro tra il governatore De Luca, i sindaci dei vari comuni interessati, presente anche quello di Napoli, Gaetano Manfredi, e il ministro Nello Musumeci.

Vedremo che cosa accadrà.

Print Friendly, PDF & Email