Napoli, da oggi in funzione l’ascensore di Monte Echia

ascensore Monte Echia. Napoli, 2024

Apre finalmente al pubblico l’ascensore di Monte Echia a Napoli, un progetto che vede la luce dopo quasi 18 anni. Di grande rilevanza turistica, l’ascensore servirà a collegare una zona del lungomare di Napoli, ricca di ristoranti e strutture ricettive, con un belvedere quasi sconosciuto. Salendo con l’ascensore si potrà, infatti, godere della bellissima visuale che il belvedere di Monte Echia offre: da Capodimonte al Vesuvio, da Sorrento a Capri, da Castel dell’Ovo a Posillipo.

Oggi è una bella giornata perché in primo luogo completiamo un’opera i cui lavori erano partiti circa 18 anni fa e poi perché colleghiamo alla città uno dei luoghi più simbolici di Napoli, che è Monte Echia, il luogo della fondazione. Lo facciamo adesso che ci avviciniamo ai 2.500 anni dalla fondazione della città. Questo è un luogo che restituiamo in primis ai napoletani, che forse non hanno neanche mai visto questo spazio, e poi ai tantissimi turisti che dal lungomare potranno salire in pochissimo tempo e ammirare uno dei più bei panorami della nostra città. Quest’opera fa parte del progetto di recupero di Monte di Dio che sarà anche completato dall’apertura della stazione della linea 6 prima dell’estate” ha affermato il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

Il Monte Echia, con il Borgo Santa Lucia e la collina di Pizzofalcone, era stato proposto anche all’interno della campagna nazionale del FAI I Luoghi del cuore da parte del comitato “Monte Echia luogo del cuore”. Questa attenzione da parte della cittadinanza è dovuta all’importanza di questo sito storico che accoglie, tra l’altro, i resti della villa di Licinio Lucullo.

Il sito è gestito da ANM con tratte che partono tutti i giorni dalle 7:00 alle 22:30.

Print Friendly, PDF & Email