“Campania divina”: è Alessandro Gassman il volto scelto per promuove la regione a livello turistico

Un romano a sostegno di Napoli.

Stiamo parlando di Alessandro Gassmann, attore magistrale che di certo non ha bisogno di presentazioni. Proprio lui è il testimonial dello spot ‘Campania divina’, nato e voluto per promuovere la regione Campania a livello turistico.

E proprio l’altro giorno durante la conferenza stampa, accompagnato dal presidente Vincenzo De Luca, ha espresso il suo amore per la città di Napoli.

“Ho cercato in questo filmato di esprimere la sorpresa che provo ogni volta che vengo qui”. “È una regione che mi ha cercato negli anni. I primi ricordi li ho quando mio padre – il grande Vittorio Gassmann – girò ‘Profumo di donna’; ricordo da bambino la bellezza di questa città sul mare”.

“La forza primaria di questo posto sono le persone, il sorriso accogliente della gente. Ho un approccio con la gente di abbracci, sorrisi, generosità, di mancanza totale di privacy. È una cosa che poi ti manca. Questa è una città che ti manca. Roma ha perso questo, ce l’aveva ma si è snaturata. Napoli in questo senso è unica ed è sicuramente la capitale culturale di questo Paese”, ha raccontato ai giornalisti presenti.

“Questa è una terra che mi ha chiamato tante volte, mi ha regalato tantissime soddisfazioni professionali, non ultima I Bastardi di Pizzofalcone ma anche le mie regie teatrali. Ora ho avuto l’opportunità di dirigere Questi Fantasmi per la collana di Eduardo per Rai 1 che cercherò di fare mantenendo tutta la meraviglia di quel grande genio che fu De Filippo e che rappresenta a pieno la natura di questa città”.

E commentando la scelta dello spot ha detto: “Penso che sia uno spot intelligente perché pur essendo cittadino onorario di Napoli vivo ancora quello stupore di chi non essendo napoletano ha un approccio con la gente di questa Regione che è di abbracci, sorrisi, generosità, di rumore anche, di mancanza totale di privacy per quanto mi riguarda ma anche una cosa che poi dopo ti manca”.

“Questa è una città che se impari a conoscerla, la scopri come è capitato a me, poi ti manca. Roma, ad esempio, che è la città dove sono nato, ha perso questo, si è snaturata. Credo che Napoli in questo senso sia unica e in questo momento è sicuramente la capitale culturale di questo Paese. Ma tutta la Regione è soprendente sotto tutti i punti di vista a partire da quelli culturali e quindi è veramente un grande onore per me avere avuto la possibilità di aver dato la mia faccia e la mia voce ad uno spot a cui tengo tantissimo”, ha commentato ancora su Napoli.

E infine: “Io non parlo la vostra meravigliosa lingua però ho imparato a capirla, ascoltarla, ho avuto la possibilità di fare incontri con quasi tutti attori napoletani. C’è un talento teatrale, cinematografico che parte sicuramente dalla vostra lingua meravigliosa che è imbattibile. Qui lavori con i più bravi, da sempre. Ho imparato tanto qui. La musicalità della lingua campana e napoletana è qualcosa che non si può trovare da nessuna altra parte. Anche per Questi Fantasmi c’è sempre una scoperta di talenti, verità, cuore e grandissima emozione”.

Print Friendly, PDF & Email