Camera, sì al nuovo Codice della strada: ecco cosa prevede

Passa alla Camera con 168 voti favorevoli e 107 voti contrari la riforma del Codice della strada, fortemente voluta dalla Lega e dal suo leader Matteo Salvini. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti si è detto infatti fiero del provvedimento in quanto “prevede più controlli, più educazione stradale, più rigore”.

Il nuovo codice, tuttavia, è stato accolto dai malumori delle opposizioni, molto critiche soprattutto in tema di autovelox. È infatti previsto nel nuovo Codice che sarà impossibile prendere più multe per violazioni nello stesso tratto stradale: si pagherà una sola sanzione, la più grave delle tante e aumentata di un terzo. “State dicendo al cittadino che può correre e accelerare impunemente per 50 minuti dopo la prima multa con l’autovelox” ha spiegato in Aula Luciano Cantone, deputato del Movimento Cinque Stelle. Molto critiche anche le associazioni dei familiari delle vittime sulla strada, specialmente nei confronti del divieto al limite di 30 chilometri orari nelle aree urbane: “È un passo indietro per la tutela della vita umana” hanno detto i genitori di Lucia Pozzi, investita fatalmente a 17 anni a Melegnano, in provincia di Milano.

Cosa prevede il nuovo Codice della strada

La nuova normativa cerca di arginare molti dei fenomeni più problematici degli ultimi anni. Tra le prime norme, è prevista una stretta per chi utilizza il proprio cellulare alla guida: la sanzione varia da 250 a 1000 euro, e si alza a 1400 in caso di recidiva, con tanto di decurtazione da 8 a 10 punti. È prevista inoltre la mini sospensione della patente. La stretta è prevista anche per chi guida in stato di ebbrezza e sotto stupefacenti. Le sanzioni sono severissime: se il tasso alcolemico è tra 0,5 e 0,8 grammi, la multa è tra 573 e 2170 euro, mentre la sospensione va tra i 3 e i 6 mesi. Se il tasso è tra 0,8 e 1,5 grammi, alla sanzione va accompagnato l’arresto di 6 mesi. Se il tasso supera 1,5 grammi, la sanzione può arrivare a 6000 euro, l’arresto può arrivare all’anno e la patente può essere sospesa fino a due anni. Sarà poi obbligatorio circolare con l’alcolock, lo strumento che blocca il veicolo in caso di tasso alcolemico sopra lo zero. Per chi è sorpreso sotto stupefacenti, basterà risultare positivo pur senza alterazione fisica, per ricevere una revoca della patente e la sospensione fino a tre anni. Inoltre, si irrigidiscono le sanzioni per eccesso di velocità, che si aggravano in caso di recidiva; si pongono più tutele per i ciclisti, inserendo l’obbligo per gli automobilisti di mantenere una distanza di un metro e mezzo dalla bicicletta durante il sorpasso, mentre si aggiungono obblighi di targa, casco e assicurazione per i monopattini. Infine, sale a tre anni il divieto di guida di auto di grossa cilindrata per neopatentati (anche se con limiti leggermente inferiori) mentre è prevista la revoca o la sospensione della patente per chi abbandona animali in strada.

Print Friendly, PDF & Email