Regionali Abruzzo, Pedicini (MET): “Facciamo capire a questo Governo da che parte sta il Sud”

L’europarlamentare e segretario del Movimento Equità Territoriale: “Un voto contro le destre che intendono affossare definitivamente il Mezzogiorno”

“Il Mezzogiorno ha il dovere di rialzarsi e di dire basta a questo Governo che drena risorse unicamente verso il Nord, che continua a dirottare fondi del Pnrr verso la grande industria del settentrione e che vuole imporci a tutti i costi l’autonomia differenziata, perfezionando un disegno scellerato che affosserà definitivamente il Sud. Dopo la vittoria del campo largo in Sardegna, le elezioni regionali in Abruzzo rappresentano un’opportunità per far capire ai vari Meloni, Salvini, Calderoli e Fitto che c’è una parte del Paese che non ci sta, che è pronta a resistere e a dare battaglia con l’arma più potente che esiste, quella del dissenso democratico”. Lo dichiara l’europarlamentare e segretario del Movimento Equità Territoriale Piernicola Pedicini.

“Invito i nostri attivisti abruzzesi – prosegue Pedicini – e quanti credono nella battaglia che portiamo avanti da anni a salvaguardia delle nostre terre, a esprimere il proprio voto contro un Governo che non fa più alcun mistero del suo spirito razzista e antimeridionalista. Una battaglia che, su un territorio come l’Abruzzo e sulla scorta di quanto già fatto un anno fa in Molise, stiamo portando avanti al fianco dei referenti locali dell’alleanza Verdi-Sinistra Italiana. Partiamo da obiettivi comuni: respingere il vento delle destre e rilanciare il Sud del Paese. L’Abruzzo – conclude l’europarlamentare – non è soltanto una tappa di questo cammino, ma può rappresentare un segnale importante per far capire da che parte stanno i cittadini del Mezzogiorno”. 

Print Friendly, PDF & Email