Trasporti, Fit Cisl: “Mantenere in house gestione servizi Anm”

“Esprimiamo soddisfazione per la decisione che si va profilando e che manterrebbe in house la gestione del trasporto pubblico a Napoli. Sia il Comune che la Regione, su sollecitazione delle organizzazioni sindacali, hanno preso atto delle problematiche che sarebbero ricadute sui lavoratori e sulla gestione di Anm”. È quanto afferma il segretario generale della Fit Cisl Campania, Alfonso Langella, in seguito alla riunione che si è tenuta in Prefettura a Napoli sull’affidamento dei servizi del trasporto pubblico attualmente gestiti da Anm.

“Già ad agosto – aggiunge Langella – come Fit Cisl abbiamo evidenziato come i criteri predisposti dalla Regione per l’espletamento delle gare avrebbero messo a rischio l’efficienza del servizio offerto all’utenza e la stessa tenuta delle aziende pubbliche. Quanto già accaduto in estate con la gara per i servizi minimi del Tpl su gomma, formulata con criteri risalenti al 2016, ha dimostrato che avevamo ragione. Per quanto riguarda Anm, c’era ancora la possibilità di intervenire e abbiamo fatto notare che, considerando il tipo di azienda e le difficoltà che ha dovuto affrontare nel recente passato, con i criteri economici previsti dalla gara, ci sarebbe stato il rischio concreto di non poter garantire il trasporto pubblico ai cittadini di Napoli”.

“In seguito al nostro intervento – conclude Langella – le posizioni iniziali sono state riviste e ora auspichiamo che il sindaco Manfredi prosegua con gli atti amministrativi necessari a bloccare questa gara e che, nel prossimo Consiglio comunale, si deliberi in tal senso. In attesa di questo passaggio e auspicando un esito favorevole del percorso e l’approvazione della necessaria delibera, con Cgil e Uil abbiamo ritenuto di confermare la sospensione della procedura di raffreddamento”.

Print Friendly, PDF & Email