Napoli, Operazione “Strade Sicure” impiegati circa 800 militari a tutela dell’Ambiente e nel contrasto alle attività illegali

Napoli. Trentacinque attività commerciali controllate, quattordici sequestrate, requisiti sette veicoli utilizzati per le attività illegali e sanzioni per un importo complessivo di 84.000 euro. Sono questi i risultati ottenuti fino ad oggi, grazie all’impegno dell’Esercito Italiano, in collaborazione con il Raggruppamento Campania su base 82° Reggimento Fanteria “Torino” e le Autorità Prefettizie di Napoli, Caserta e Salerno. Attualmente, circa 800 militari dell’Esercito Italiano sono impiegati quotidianamente nel Raggruppamento Campania, in stretta collaborazione con le altre forze di polizia nel contrastare le attività illegali nei quartieri di periferia e nella “Terra dei Fuochi”. Tuttavia, una luce di speranza si è accesa grazie all’impegno costante dell’Esercito Italiano.

Le azioni intraprese con “Strade Sicure”, sono state molteplici e hanno ottenuto risultati significativi. Dall’inizio dell’anno ad oggi, sono state controllate ben 35 attività commerciali, con il sequestro di 14 di esse. Inoltre, sono stati individuati e censiti 14 nuovi siti di sversamento abusivi, mentre due roghi di rifiuti sono stati estinti prontamente. Azioni che hanno dimostrato una forte volontà da parte delle Istituzioni locali, regionali e nazionali di contrastare le attività illegali come l’abusivismo, lo smaltimento illecito di rifiuti, i roghi e le discariche irregolari. Tali attività hanno avuto un impatto devastante sull’ambiente e sulla salute dei cittadini e che oggi finalmente hanno trovato una risposta concreta alle sfide che questa città affronta.  Le misure repressive e il pattugliamento del territorio congiuntamente a polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, hanno riscontrato una considerevole riduzione del trend di sversamenti abusivi e, di conseguenza, una diminuzione degli incendi di rifiuti. Interventi che dimostrano  l’efficacia delle operazioni condotte dall’Esercito Italiano e dalle Autorità Prefettizie nel tutelare e salvaguardare il territorio campano. Le azioni intraprese in tal senso dimostrano la determinazione delle istituzioni nel contrastare le attività illegali ed in particolare gli illeciti ambientali.

Pertanto, l’auspicio è che questi interventi possano avere quella continuità necessaria a garantire un futuro migliore ai cittadini campani, sul piano della sostenibilità ambientale, della tutela dell’agricoltura e di quelli che si prefigurano come veri e propri attentati alla salute pubblica, come dimostra il numero dei soggetti ammalati nella cosiddetta “Terra dei Fuochi”.

Print Friendly, PDF & Email