Autonomia, Oliviero: “Se crolla il Sud, crolla l’Italia”

“Le Regioni non partono dalla stessa linea di partenza perché il criterio della spesa storica nei servizi essenziali, come sanità, istruzione e trasporti, ha favorito le regioni del nord e penalizzato quelle del sud. In questa realtà, attuare l’autonomia regionale differenziata significa aggravare il divario economico e sociale esistente tra le due parti del Paese, quel divario che si dovrebbe colmare la definizione ed il finanziamento dei livelli essenziali delle prestazioni e con la spesa dei fondi del PNRR”. È quanto afferma il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Gennaro Oliviero.

“Per questo è fondamentale fare fronte unico come regioni meridionali per fermare il treno dell’autonomia per evitare che il vagone del nord si stacchi definitivamente da quello del sud – aggiunge l’esponente del Pd, che sottolinea: “occorre ricordare che l’Italia è unica ed unita e che, se crolla il Sud, sul piano economico, sociale, demografico, crolla l’intero Paese”.

Print Friendly, PDF & Email