Autonomia, Pedicini (Met): “Se non possiamo essere uguali, allora meglio soli”

Il segretario del Movimento Equità Territoriale in un post: “Riforma nata con complicità di politici traditori del Sud. Siamo pronti anche alla separazione”

 

“Con il voto di ieri al Senato, l’autonomia differenziata si avvia oramai alla sua definitiva approvazione. Siamo a un passo dal veder decretata la vittoria di Salvini, Calderoli e del Partito Unico del Nord, a spese del Mezzogiorno d’Italia destinato a veder cancellati per sempre ogni sacrosanto diritto essenziale per i suoi cittadini, assieme ad ogni prospettiva di sviluppo”. Lo dichiara l’europarlamentare Greens/Efa e segretario del Movimento Equità Territoriale Piernicola Pedicini. “Una riforma nata da un ricatto vedrà la luce grazie alla complicità di ministri, parlamentari e politici eletti al Sud e che hanno tradito il Sud. Ma noi non arretreremo e continueremo a difendere i cittadini del Sud con ogni iniziativa possibile. Pronti anche a separarci. Se non possiamo essere uguali, allora meglio soli”.

Print Friendly, PDF & Email