Parte la Cabina di Regia del Piano Mattei: buona notizia per l’Italia e l’Africa

Il 10 gennaio la Camera dei Deputati ha dato il via libera al Piano Mattei che inizia così a muovere i primi passi concreti.
Non si può non accogliere con favore una progettualità che intende rilanciare il ruolo dell’Italia nel Mediterraneo e di partner degli Stati Africani sulla base di un rapporto paritario e non predatorio.
La fase storica che si è sviluppata negli ultimi decenni ha visto acuirsi il fenomeno migratorio e, purtroppo, lo scoppio di guerre e il diffondersi di carestie che hanno interessato l’Africa e di conseguenza il Mediterraneo. Sono numerose le nuove strategie che cercano di archiviare visioni predatorie e neocoloniali per sostituirle con lo sforzo di una reale cooperazione allo sviluppo dei territori africani attraverso investimenti ed azioni volte alla crescita e alla stabilizzazione degli Stati Africani.
Su questo filone è stato concepito il piano Mattei e la società civile è chiamata a recitare una parte importante al fine di favorire la cooperazione e l’amicizia tra i popoli e promuovere ad ogni livello la necessaria formazione basata sulle linee guida UNESCO di Educazione alla Cittadinanza Globale che hanno ispirato l’obiettivo 4 dell’Agenda 2030.
Bene ha fatto il Governo a istituire la Cabina di Regia per il Piano Mattei attraverso la quale sarà la Presidenza del Consiglio a dettare i tempi e le modalità di sviluppo della strategia che la società italiana, con tutti i suoi attori, ed i nostri partner dovranno seguire per provare a realizzare interventi che dalla salute, alla formazione, dallo sviluppo economico e sociale all’ammodernamento digitale passando per ricerca ed energia contribuiscano a far affermare in Africa una nuova epoca di sostenibilità e crescita col fine di favorire la stabilità e la sicurezza regionale e globale.

Print Friendly, PDF & Email