Napoli, Piano Sicurezza in città. L’intervista al Comandante Vincenzo Sanfilippo

Napoli. Mancano pochi giorni al Natale ed in città fervono i preparativi per rendere Napoli più vivibile e soprattutto più sicura, visto l’aumento delle presenze turistiche in città. In vista di tali presenze, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli, ha implementato controlli preventivi in luoghi sensibili al fine di garantire un clima di serenità ai cittadini. Al nuovo piano di sicurezza partecipano, come in passato, “gazzelle” dei carabinieri e militari in borghese e pattuglie appiedate. “Durante le imminenti festività natalizie, incrementeremo la nostra presenza in luoghi strategici.  Saranno impiegate molte pattuglie a piedi. Massima attenzione sarà data al centro storico e lungo la “via dei presepi”, presa letteralmente d’assalto durante il Natale”. Lo afferma il Capitano Vincenzo Sanfilippo, Comandante del Nucleo Operativo della Compagnia Napoli Centro e responsabile dell’attività di polizia giudiziaria e preventiva per la movida napoletana, al quale abbiamo posto alcune domande sul programma di sicurezza in città.
Capitano, quali sono gli obiettivi che verranno maggiormente monitorati a Napoli?

“Chiese, monumenti, piazze, centri commerciali e vie dello shopping, saranno oggetto di una sorveglianza particolarmente attenta. Monitoreremo con scrupolo le aree ad alta frequentazione e i luoghi simbolo della città”.

Nella zona della movida si darà attenzione anche ad evitare che ci siano rumori molesti?

Nella gestione della movida, la nostra attenzione si estenderà oltre la mera sicurezza, considerando anche la qualità della vita dei cittadini. Proveremo a mantenere un equilibrio tra le celebrazioni festive e il rispetto per la quiete pubblica, affermando così la nostra vicinanza ai bisogni della comunità”.
Alcol e droga: chi si mette al volante facendone uso, rappresenta un pericolo per sé stesso e per gli altri?
La sicurezza stradale è un pilastro fondamentale della nostra missione, e chiunque si metta al volante sotto l’influenza di alcol o droghe, costituisce una minaccia significativa. Adotteremo misure rigorose per prevenire incidenti stradali”.
Capitano, le pattuglie in strada avranno apparecchiature per fermare chi guida sotto l’effetto di droghe o alcol?
Le pattuglie in strada sono e saranno dotate di apparecchiature per rilevare il tasso alcolemico. Non possiamo permettere che la scelta incosciente di alzare il gomito metta in pericolo la comunità. Un servizio ad hoc quello predisposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli, diretto soprattutto a innalzare il livello e la percezione di sicurezza nel centro storico e lungo le strade cittadine prese d’assalto durante le feste”.
Print Friendly, PDF & Email