Guerra Israele-Hamas, Papa Francesco: “Sono molto preoccupato. La guerra è sempre una sconfitta. Fratelli, fermatevi”

“La guerra è sempre una sconfitta”, “fratelli fermatevi!”.

Papa Francesco, visibilmente preoccupato, ha iniziato con queste parole il consueto Angelus domenicale. Un appello accorato, lanciato per fermare tutti i conflitti in corso, Israele, Palestina, Ucraina, Russia.

“Ancora una volta il mio pensiero va a quanto sta accadendo in Israele e in Palestina”, ha detto ai fedeli presenti in Piazza San Pietro.

“Sono molto preoccupato, addolorato, prego e sono vicino a tutti coloro che soffrono, agli ostaggi, ai feriti, alle vittime, ai loro familiari. Penso alla grave situazione umanitaria a Gaza, mi addolora che anche l’ospedale anglicano e la parrocchia greco-ortodossa siano stati colpiti nei giorni scorsi”.

“Rinnovo il mio appello affinché si aprano degli spazi, si continuino a far arrivare gli aiuti umanitari e si liberino gli ostaggi. La guerra, ogni guerra nel mondo, è una sconfitta. è una distruzione della fraternità umana”, ha ribadito con fermezza.

Poi la telefonata nel pomeriggio con il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Dal Vaticano fanno sapere che “la conversazione, durata circa 20 minuti, ha avuto come argomento le situazioni di conflitto nel mondo e il bisogno di individuare percorsi di pace”.

Print Friendly, PDF & Email